Dire Straits Legend: il mito continua al Sicilia Outlet Village

Grande successo del concerto siciliano della band che si è esibita davanti a migliaia di persone venerdì 25 luglio scorso al Village di Dittaino (EN). 

Erano migliaia i volti e le voci di quanti hanno cantato fino a tarda sera sulle note di “Sultans Of Swing”, “Tunnel of Love”, “Money for Nothing”, “Romeo and Juliet” e tante altre del repertorio Dire Straits. Sound impeccabile, grande passione, inconfondibile maestria sul palco e un pubblico coinvolto e partecipativo.
La piazza eventi del Sicilia Outlet Village si è trasformata in un palco a cielo aperto, quello delle grandi occasioni, perché dal vivo c’erano i Dire Straits Legends. Si sono rivissuti i fasti della band britannica fondata nel 1977 da Mark e David Knopfler e da John Illsley.
On stage, proprio Illsley “the original”, l’inossidabile bassista. “E’ un progetto che nasce dal cuore, dalla passione per la musica di una band che ha segnato la storia del rock ma anche della mia vita – spiega John IllsleyNon siamo una tribute band ma dei musicisti che si sono uniti per suonare dei brani che ci piacciono particolarmente e ai quali siamo legati. Dei Dire Straits una delle mie canzoni favorite è Brothers in Arms ma lo sono anche Sultans Of Swing e Telegraph Road. Sono un grande amico di Mark Knopfler e so che questo progetto gli fa piacere perché si continua a far parlare dei Dire Straits, dopo trent’anni… o forse sono quasi quaranta?”.

Con lui Phil Palmer, session man d’esperienza che ha suonato con decine di artisti internazionali e direttore artistico della nuova concept band.
Palmer è stato nei Dire Straits durante il loro ultimo tour, nel 1992, registrando l’album dal vivo “On The Night”. Precedentemente aveva suonato nel primo album da solista di John Illsley “Never Told A Soul”.
“I brani sono fantastici e gli appassionati dei Dire Straits si possono trovare insieme e godersi anche delle canzoni che ultimamente non era facile ascoltare ai concerti della band –
dichiara Palmer – ognuno nei Dire Straits Legend aggiunge qualcosa di personale ai brani e questo al pubblico piace. ‘Private investigations’ è la mia canzone di Knopfler preferita, ma mi piace suonare tutte le canzoni dei Dire Straits, e lo faccio con la mia versatile Fender Stratocaster verde modello “Eric Clapton signature”.
Il deux ex machina dei Dire Straits Legend è il chitarrista romano Marco Caviglia, da sempre fan dei Dire Straits: La mia volontà era quella di celebrare la musica dei Dire Straits e di chi negli anni continuava a suonarla: da Mark Knopfler, John Illsley, Phil Palmer, Danny Cummings, Pick Whiters, ecc. Il progetto non è nato da una mia idea ma si è sviluppato intorno alla mia passione, passione che condivido con i musicisti che ho citato e con tutti gli altri che hanno aderito. Ciò che conta veramente per me e per tutti noi è la passione e il piacere di suonare insieme questa musica, ogni singola volta. Il vero privilegio è questo, far rivivere i grandi momenti che hanno segnato la storia della band, con un omaggio a Mark, prima di tutto un amico.
Sedici i brani proposti dai Dire Straits Legend, con una band di sei elementi: Phil Palmer, chitarra – John Illsley, basso e voce – Danny Cummings, batteria – Marco Caviglia, chitarra e voce – Primiano Di Biase, tastiera e Handy Hamilton, sax, che ha coinvolto i visitatori del Village anche nell’effettuare gli acquisti sotto le stelle, fino a tarda ora.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Codice di verifica *