Il diario segreto della vita leggendaria di Ingrid Bergman

Ingrid Bergman, mito di Hollywood, nata a Stoccolma nel 1915, icona indimenticabile delle donne appassionate, coraggiose e indomabili. 

Ingrid_Bergman

Lei è Ingrid Bergman, mito di Hollywood, nata a Stoccolma nel 1915, icona indimenticabile delle donne appassionate, coraggiose e indomabili. La sua vita sembra la trama di un film dagli amori leggendari, caratterizzata tra scandali e polemiche di una Europa bigotta degli anni quaranta e cinquanta. Ingrid rimane orfana di madre all’età di due anni, è cresciuta dal padre, appassionato di fotografia che ne fa la sua modella principale. Con il padre trascorrerà un’infanzia triste e asociale, lontano dalle luci della ribalta dei grandi palcoscenici e dal sogno del cinema, scrivendo quel diario che prenderà spunto dal suo vivere inquieto interiore. A tredici anni rimane orfana anche dal padre, per poi essere adottata dagli zii, Otto e Hulda, che diventeranno suoi tutori. La su carriera cinematografica inizia a diciannove anni quasi per caso, quando le viene affidata una piccola parte né “Il Conte della città vecchia”, nel film svedese Munkbrogreven del 1935, Ingrid interpreta una cameriera in un albergo modesto nella città vecchia di Stoccolma. Per la giovane attrice inizierà un lungo periodo recitando affianco alle grandi Stelle europee prima e di Hollywood dopo, come Humphrey Bogart nel film indimenticabile, citatissimo, stravisto, “Casablanca” del 1942.

images

Dopo il successo planetario ottenuto a Hollywood, capisce che quel luogo, con il suo falso moralismo, le sta stretto, scegliendo l’Italia come sua nuova avventura professionale. Nel 1949 scrive una lettera al regista Roberto Rossellini, una lettera personale dove si dichiara una sua grande fan. “Caro Roberto, ho visto i suoi film Roma Città Aperta e Paisà. Se le dovesse servire un’attrice svedese che parla inglese molto bene, non ha dimenticato il tedesco, non è molto comprensibile in francese e in italiano sa dire soltanto Ti Amo, sono pronta a venire in Italia a girare un film con lei”. L’isola di Stromboli sarà il suo nuovo scenario per girare il film “Stromboli, Terra di Dio”, film destinato ad Anna Magnani, compagna del regista Rossellini, che lo liquiderà rovesciandogli un piatto di spaghetti sulla testa. Intanto Ingrid Bergman divorzierà dal marito, Peter Lindstrom, un dottore di successo con una mega villa a Los Angeles e l’affetto della figlia Pia, che verrà affidata al padre. Pia, in seguito, dichiarerà di non aver mai voluto bene a sua madre. “Una potente forza del male. Adultera da lapidare. Apostolo della degradazione di Hollywood”.

Foto

Con queste parole viene disprezzata da un senatore americano durante un Congresso e dalla stampa statunitense. Ingrid se ne frega delle dichiarazioni dei giornalisti e delle chiacchiere da cronaca rosa dette a suo sfavore, sposando Roberto Rosselini nel 1950, rendendolo padre di tre figli: Roberto Rossellini jr, detto Robertino, e delle due gemelline Isotta Ingrid e Isabella. Ingrid Bergman è tra le più grandi star della storia del cinema, con i suoi tre Oscar, i quattro Goden Globe e i tanti altri premi vinti per una carriera al massimo. L’attrice muore a Londra nel 1982 nel giorno del suo 67° compleanno, a causa di un tumore al seno. La salma fu cremata in Svezia e le ceneri vennero sparse sulle acque svedesi insieme a dei fiori.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Codice di verifica *