“Dialoghi alla Kore” di Enna. Si riparte…

Riparte il ciclo di incontri “Dialoghi alla Kore”: il 20 febbraio dibattito con il procuratore Giovanni Salvi.

Nuovi grandi eventi per “Dialoghi alla Kore“, la manifestazione culturale organizzata dall’Università di Enna e coordinata dal giornalista Salvo Fallica. Si riparte nel 2014 con grandi protagonisti ai seminari-dibattiti: il procuratore della Repubblica di Catania, Giovanni Salvi, la storica firma delle pagine culturali de La Repubblica, Paolo Mauri, il celebre artista Nino Frassica.

Il primo appuntamento è il 20 febbraio alle ore 10.30 con il Procuratore Giovanni Salvi. L’incontro verterà sui temi dell’etica, della cultura della legalità e la comunicazione. Si parlerà della lotta contro la mafia, di lotta alla corruzione, di contrasto alla criminalità. Il procuratore Salvi in dichiarazioni pubbliche ha insistito più volte sul fatto che la legalità va perseguita in ogni ambito e settore, non solo nelle grandi battaglie ma anche nelle piccole cose della vita quotidiana.

La Procura di Catania, guidata da Giovanni Salvi, ha ottenuto e sta ottenendo grandi risultati su tutti i fronti della battaglia per la legalità. Salvi già ai vertici dell’Associazione nazionale dei magistrati, è stato in prima linea contro il terrorismo, è stato ed è in prima linea nella lotta contro la mafia. Oltre che sul piano della repressione il Procuratore insiste molto sul valore educativo della formazione alla legalità, sulla dimensione pedagogica, ed infatti partecipa a dibattiti pubblici nelle scuole per testimoniare il valore della legalità. Nel dibattito alla Kore, moderato e coordinato da Salvo Fallica, il procuratore Salvi affronterà queste tematiche. Al dibattito parteciperà il presidente dell’ateneo, Cataldo Salerno. Come sempre nel modello dialettico-interattivo de “Dialoghi alla Kore” gli studenti universitari saranno protagonisti con domande ed interventi. Il presidente Salerno spiega: “E’ un evento molto importante per l’ateneo, una riflessione teorica, morale, legata all’attualità. La legalità è un valore etico e concreto, è il presupposto del vivere civile, della democrazia. Questo dialogo consentirà agli studenti di confrontarsi con un prestigioso protagonista della lotta per la legalità, con un fine giurista, un magistrato esemplare”. Il rettore Gianni Puglisi più volte ha messo in evidenza che la filosofia di “Dialoghi alla Kore” è quella di stimolare criticamente gli studenti di tutti i corsi e le facoltà a confrontarsi con i vari campi del sapere, un approccio multidisciplinare ed interdisciplinare. “La riflessione critica sui saperi, l’applicazione delle categorie concettuali delle diverse discipline alle tematiche fondamentali dell’attualità vuol dire ampliare gli orizzonti della conoscenza. Vuol dire confrontarsi in maniera aperta e libera con i saperi e la vita. Perché la cultura è dimensione vitale, dinamica, in fieri”.

 Ecco il calendario dei “Dialoghi alla Kore”.

Fitto il programma con protagonisti di eccellenza.

Intellettuali, scrittori, giornalisti, editorialisti, registi, artisti, protagonisti della storia d’Italia sono coloro che animeranno la nuova stagione de “Dialoghi alla Kore”.

Grande interesse ed attesa per l’incontro previsto con Nino Frassica. Al dibattito ci saranno anche il regista de “La scomparsa di Patò“, Rocco Mortelliti e protagonisti del mondo della comunicazione.

Per il 27 febbraio è già in programmazione il dialogo con Paolo Mauri, storica firma delle pagine culturali de “La Repubblica”. 

Il 4 marzo si tratterà il tema “La Sicilia fra realtà e stereotipi”, immagini dell’isola dall’interno e dall’esterno nel dialogo con Antonello Piraneo, caporedattore della cronaca de “La Sicilia”, e Stefano Arcobelli inviato de “La Gazzetta dello sport”, esperto di Olimpiadi. Riflessioni sul tema fra informazione, sport, cultura e mondo sociale. 

Il 3 aprile dialogo con l’antropologo Mario Bolognari su “La costruzione del mito di Taormina. Immagini della Sicilia e del Sud fra stereotipi e contraddizioni”.

Da non perdere il dibattito del 10 aprile su “Il riformismo, la storia e la politica italiana”, dialogo con Emanuele Macaluso.

In calendario tanti altri appuntamenti, fra questi il dibattito sul giallo siculo con lo scrittore Santo Piazzese ed il narratore (e giornalista Rai) Gian Mauro Costa. Fra i protagonisti vi saranno anche Francesco Merlo, “La Repubblica”, Giuseppe Di Fazio, caporedattore centrale de “La Sicilia”, Sebastiano Messina, giornalista “La Repubblica”, lo studioso di letteratura, Silvano Nigro.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Codice di verifica *