CUN, Lions Catania Faro Biscari e Kiwanis Centro incontrano il prof. Lachezar Filipov sui Contatti Alieni

Gli Ufo tra storia e leggenda: The Impact of Extraterrestrial Contact over Human Civilization: questo il tema trattato a Catania dal prof. Lachezar Filipov, dell’Accademia Bulgara delle Scienze, nell’incontro del Centro Ufologico Nazionale – Sicilia, sostenuto dal Lions Club Catania Faro Biscari, dal Kiwanis Catania Centro e dalla rivista Globus Magazine. 4

Dopo l’emozionante visita al RadioTelescopio di Noto un altro importante appuntamento organizzato dal CUN Sicilia, l’incontro con il prof. Filipov, in Italia per gli incontri di San Marino del CUN Nazionale. 

Quando si assiste ad una conferenza sugli UFO, si è piuttosto scettici; ma a conclusione della chiacchierata lo scetticismo a volte cambia in possibilismo, specie se a parlare di alieni è uno scienziato e non il primo arrivato.

Organizzato dal Centro Ufologo Nazionale – Sicilia e con la collaborazione del Kiwanis Catania Centro, del Lions Club Catania Faro Biscari e della rivista Globus Magazine, ha avuto luogo un interessante incontro sugli Ufo. Location la sede dell’auditorium della Chiesa di San Biagio di piazza S.Carcere di Catania.

Presentato dal dott. Attilio Consolante, generale dell’aviazione in pensione e coordinatore regionale del Centro Ufologico Nazionale, lo scienziato bulgaro Lachezar Filipov, vice direttore dell’Istituto per le Ricerche Spaziali dell’Accademia di Scienza Bulgara e capo del Dipartimento di Astrofisica Spaziale, ha intrattenuto il numeroso pubblico sul tema: “L’impatto degli extraterrestri con la civiltà umana”. 13064557_1094145427319846_2402768574154114909_o (1)Lachezar ha commentato delle diapositive che dimostrano in modo indiscusso che da diversi millenni esistono in Cina, in Egitto e nel mondo occidentale, reperti con disegni di UFO con similitudini impressionanti alle nostre moderne aeromobili. In un disco di pietra datato e scoperto in Nepal 4.000 anni fa si evidenziano chiaramente figure aliene gigantesche e immagini di astronavi. Un accenno di Filipov ai Crops Circle, i cerchi nel grano, che tanto hanno impressionato gli scienziati attuali.13217055_1094145553986500_3819888949570938382_o

Noi non siamo soli e ciò significa che questi alieni non sono una novità.
I russi hanno più volte tentato di mettersi a contatto con questi esseri extraterrestri inviando loro messaggi, ma non hanno mai avuto risposta. Di contro gli americani sono a contatto con gli alieni e, grazie al “codice binario”, si è appreso che la loro popolazione è composta da 12 miliardi e mezzo di individui.
Ma qual è il motivo che hanno scelto la terra e non vanno in altri pianeti?
La risposta è semplice – afferma Filipov – a questi esseri non interessa il pianeta, ma interessa l’uomo in quanto tale. Per loro noi siamo cavie, schiavi, esseri inferiori. Per quanto riguarda i generi, non hanno sesso, non hanno credo e non sono emotivi“.

11Se sono stati e sono vicino a noi – continua Filipov – è perché in qualche modo vogliono proteggerci, dai disastri globali, dalle carenze nutrizionali della specie e dagli eventi bellici spaziali“. Sarà così?
13139149_1094145687319820_1812753825155087853_nOltre al sistema binario ormai sorpassato, per contattare gli alieni si usa il “sistema ternario” e si basano, per comunicare, sugli algoritmi.
La loro comunicazione difficilmente è verbale, per lo più è telepatica.
Interessante la tavola che rappresenta l’esecuzione grafica di Dustin Brend del 2001, dove si legge un messaggio punto di contatto e risposta con analogie di DNA, e forme nutrizionali.

Alla fine dell’applauditissimo incontro non poteva mancare un interessantissimo dibattito suscitato dai tanti perché sulla nostra esistenza sulla Terra e sulla possibilità di vita sugli esopianeti che si scoprono grazie al Kepler Telescope. Significativo l’incontro tra l’astrofisico bulgaro e un fisico nucleare del Dipartimento di Astrofisica dell’Università di Catania presso i Laboratori Nazionali del Sud (INFN/LNS), il prof. Claudio Spitaleri. P1040265 (Medium)16

14Il presidente del Kiwanis , dott. Geremia e l’ing. Furnari, vice presidente del Lions ‘Faro Biscari’ hanno consegnato all’illustre ospite il guidoncino del Club;

il dott. Consolante ha omaggiato Filipov con una targa in pietra lavica raffigurante l’Etna. La rivista Globus Magazine, in platea rappresentata dal General Manager dott. Enzo Stroscio, ha poi invitato l’Astrofisico bulgaro ad una intervista presso gli studi televisivi di Globus Television.

7

LocandinaFilipov150

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Codice di verifica *