Coppa Davis, all’Italia non riesce la rimonta

Tennis: gli azzurri escono di scena ai quarti finale del World Group di Coppa Davis eliminati dall’Argentina che vola in semifinale. Il punto decisivo per la nazionale argentina arriva da Federico Delbonis che supera Fabio Fognini in quattro set: il ligure sotto di due set lotta, ma crolla nel finale dopo tre ore e mezza di gioco

tennis-ball-984611_960_720

All’Italia non riesce la rimonta contro l’Argentina. Sotto per 1-2 dopo le prime due giornate, oggi serviva un’impresa per ribaltare il punteggio e qualificarsi alle semifinali. A Pesaro, invece, sulla terra rossa del circolo tennis Baratoff è la nazionale argentina a festeggiare. A regalare il punto decisivo per l’Albiceleste è Federico Delbonis numero 40 del ranking. L’argentino dopo aver superato Andreas Seppi nella prima giornata oggi si ripete con Fabio Fonigni dopo tre ore e mezza di gioco con il punteggio di 6-4, 7-5, 3-6, 7-5 . 

Il ligure ha lottato, ma si è dovuto arrendere anche alla stanchezza, dopo il tour de force di ieri che lo ha visto impegnato per oltre 5 ore tra il match di singolare e quello di doppio. L’azzurro riesce a recuperare una partita che lo vede sotto per due set a zero. Riesce a portare Delbonis fino al quarto set con addirittura la possibilità di chiuderlo sul 5-4, ma l’argentino annulla i quattro set point dell’azzurro. Alla fine Delbonis rinfrancato dal pericolo scampato ottiene il  break e con il servizio a favore chiude la partita. L’Argentina vola così per l’undicesima volta della sua storia in Coppa Davis in semifinale. All’Italia rimane l’amarezza di aver solo sfiorato l’impresa. 

Capitan Barazzutti fa comunque i complimenti alla squadra«Tutti hanno dato il meglio, certamente alcune situazioni contingenti, penso alla pioggia e indirettamente al sorteggio e poi agli infortuni, non ci hanno favorito. Ma chi vince ha sempre ragione, e l’Argentina ha meritato perché è stata più brava di noi a sfruttare le occasioni».

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Codice di verifica *