Consegnati i premi della XII edizione del Premio ‘Domenico Danzuso’

Splendida XXI edizione del premio Domenico Danzuso al Teatro Verga di Catania. Premiate eminenze della musica e della prosa

Un successo che si rinnova da ben dodici anni, che vanta il patrocinio del Comune di Catania.

Promotori del Premio Danzuso sono stati il Lions Club Catania Host, la Società Catanese Amici della Musica e il Teatro Stabile di Catania. Insigni i membri della giuria, che hanno voluto premiare, nelle due diverse sezioni di cui si connota il premio – musica e prosa -, non solo l’arte, ma anche la passione con cui esplicano il loro talento: la presidente del Lions Club Catania Host, Antonella Mandalà, il presidente della Scam, Giuseppe Montemagno, il direttore del TSC, Giuseppe Dipasquale, il regista Maurizio Scaparro e il critico teatrale Andrea Bisicchia.  La serata è stata condotta con brillante charme da Marina Cosentino, mentre l’organizzazione è stata coordinata da Vittoria Napoli La Rocca.

Il riconoscimento, intitolato al grande critico teatrale catanese, è andato: per la sezione prosa, agli attori Mariano Rigillo (premio alla carriera, una splendida scultura di Dino Cunsolo, consegnatogli da Mario Ciancio Sanfilippo, direttore del quotidiano La Sicilia) e Alessandra Costanzo( premio consegnato da Lina Polizzi Danzuso, moglie dell’illustre critico e madrina dell’evento); per la sezione musica al mezzosoprano José Maria Lo Monaco (consegna il premio Orazio Licandro, assessore ai Saperi e alla Bellezza condivisa del Comune di Catania) e al violinista Vito Imperato (premio consegnato da Rita Gari, sovrintentende del tempio della lirica catanese). Un pubblico gremito e qualificato è intervenuto al Teatro Verga, come per rendere ancora una volta omaggio all’insigne critico, storico e giornalista catanese, per oltre mezzo secolo figura di spicco della vita culturale italiana. Un impegno che lo ha visto dedicarsi a lungo – e con eguale dedizione – al teatro musicale e di prosa, attraversando con le sue recensioni e i suoi saggi tutta la seconda metà del Novecento, grazie alla quotidiana frequentazione con la scena e i suoi protagonisti.

Questa è la ragione principale per cui il riconoscimento è articolato proprio nelle due specifiche sezioni di prosa e musica, con, in aggiunta, l’ambitissimo premio alla carriera.

Un modo per raccontare, di anno in anno, un pezzo in più del grande Danzuso, attraverso le rappresentative premiazioni che si avvicendano. Un modo, oltretutto, per dar seguito ad un lavoro da lui iniziato e portato avanti con indefesso amore, che ha indotto l’allora presidente della Scam Antonio Maugeri a dar vita al “Premio Domenico Danzuso per alti meriti artistici“, con la pronta adesione del Lions Club Catania Host, di cui lo stesso Danzuso era stato socio. Ha preso così l’avvio un appuntamento annuale con l’arte e la cultura, che – ormai da diverse edizioni – vede in prima linea anche il Teatro Stabile Catania, istituzione che Danzuso ha seguito fin dalla nascita e per oltre quarant’anni.

La conduzione della serata è stata affidata a Marina Cosentino, mentre l’organizzazione è stata coordinata da Vittoria Napoli La Rocca.

Attendiamo curiosi, quindi, la XIII edizione: chissà chi saranno i premiati!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Codice di verifica *