Etna Comics 2015 ritorna a Catania

Nella mattinata di ieri, martedì 26 maggio, si è svolta la conferenza dedicata al tanto atteso festival del fumetto e della cultura pop che si terrà al centro fieristico “Le Ciminiere”.

Al palazzo degli Elefanti di Catania ha avuto luogo ieri mattina alle ore 10.30 la conferenza stampa della quinta edizione di Etna Comics, il festival del fumetto e della cultura popolare più atteso della Sicilia. Alla presentazione dell’evento sono intervenuti: Enzo Bianco il sindaco di Catania, Antonio Mannino Direttore di Etna Comics, Orazio Licandro l’Assessore ai saperi e alla Bellezza Condivisa, Livio Gigliuto consulente per il marketing territoriale e Salvo Di Paola l’Art Assistant del festival.

La presentazione del festival è stata aperta dal sindaco Enzo Bianco il quale ha esternato il suo apprezzamento ed interesse verso la cultura popolare e del fumetto sottolineando l’importanza della sua uscita oltre i confini territoriali. Da non sottovalutare è il coinvolgimento di migliaia di giovani provenienti anche da paesi stranieri e un target d’età che spazia dai sette ai novant’anni.

Grazie al duro lavoro degli organizzatori Etna Comics è diventato negli anni un’eccellenza nazionale che lo scorso anno ha superato le cinquanta mila presenze, un numero importante che può portare tanti vantaggi a livello turistico. Ecco quindi che il festival rappresenta un’opportunità di incremento economico per la città etnea. Un pretesto per far conoscere Catania e le sue bellezze artistiche e naturalistiche oltre i confini regionali.

E’ importante avere il supporto delle autorità comunali” ha dichiarato Antonio Mannino il Direttore di Etna Comics. Il festival è diventato nel corso degli anni motivo di orgoglio per la Sicilia e quest’anno presenta diverse novità rispetto alla scorsa edizione. Etna Comics si è trasformato in un evento dal carattere poliedrico in quanto non si limita al fumetto, ma durante la sua quinta edizione verrà dato spazio al cinema, all’editoria e alla musica. Il fumetto, aspetto distintivo di Etna Comics, diventa un pretesto per trattare la cultura popolare a trecentosessanta gradi, come ha sostenuto Salvo Di Paola l’Art Assistant del festival.

Tanti gli ospiti stranieri presenti alla manifestazione: da Masami Suda, autore di Ken il guerriero a Ryoko Ikeda, la creatrice della celebre Lady Oscar, disegnatrice giapponese che attraverso questo manga ha contribuito a diffondere la cultura francese in Giappone. Mentre per il mondo del cinema sarà presente l’attore Rutger Hauer, ospite d’onore per l’edizione del 2015, che ha prestato il volto al personaggio Roy Batty in Blade Runner. La presenza del noto attore olandese rappresenta un salto di qualità per la manifestazione etnea che raggiunge in questo modo un bacino di utenza estremamente variegato. Rutger Hauer sarà impegnato durante i quattro giorni del festival in lezioni di cinema per i giovani presenti, incontri con i fans e proiezioni dei suoi film più famosi tra cui “Ladyhawke”, “Blade Runner” e “The Hitcher”. Infatti Enzo Bianco ha dichiarato che “Rutger Hauer insegnerà la sua arte ai ragazzi e gli consegneremo l’elefante d’argento come ringraziamento“.

Tra le altre novità di quest’anno emerge un ampliamento dello spazio per gli stand per più di 200 attività. “Il rapporto tra Etna Comics e la città si rafforza sempre di più” ha dichiarato Orazio Licandro, l’Assessore ai Saperi e alla Bellezza Condivisa. A tal proposito verranno intensificati alcuni servizi pubblici per agevolare i visitatori del festival e i cittadini durante quei giorni, infatti è previsto un servizio gratuito degli autobus che percorreranno le strade in prossimità delle Ciminiere. Inoltre Enzo Bianco ha confermato che i trasporti pubblici, i vigili urbani e le forze dell’ordine verranno coordinati al fine di offrire servizi efficienti per gestire al meglio più di cinquanta mila presenze.

In seguito è intervenuto Livio Gigliuto, consulente per il marketing territoriale il quale ha affermato che l’evento di Etna Comics rappresenta “il più alto momento di promozione del nostro territorio verso un target molto interessante”. Con questo Gigliuto si riferisce a una categoria di persone molto presenti sui social network attraverso foto e video, un aspetto da non sottovalutare per fare pubblicità alla città di Catania, in un momento in cui il turismo ne ha fortemente bisogno. A tal proposito non risulta una scelta casuale il nome della manifestazione Etna Comics, attraverso cui viene esternato il legame tra il festival e l’Etna, simbolo indiscusso della città. Attraverso questo evento i visitatori del festival potranno scoprire un aspetto turistico della città etnea non indifferente fatto di mare, natura e arte, anticipando in maniera strategica il turismo estivo tra la fine di maggio e l’inizio di giugno.

Infine Enzo Bianco ha dichiarato che il 70% dei fondi ricavati da Etna Comics sarà destinato ad una bambinopoli di Catania.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Codice di verifica *