Concluso la settimana scorsa il ciclo di videoconferenze organizzato dall’Associazione Diritti in Movimento

Tutti i video del ciclo: CORONAVIRUS, MERITI DA RICONOSCERE, ERRORI DA EVITARE possono essere visionati sulle pagine facebook di DIRITTI IN MOVIMENTO e DIRITTI IN MOVIMENTO SICILIA e a breve godibili su un testo stampato che raccoglierà tutte le relazionipaolo cendon

Si è concluso la settimana scorsa il ciclo di videoconferenze organizzato dall’Associazione Diritti in Movimento dal titolo: CORONAVIRUS, MERITI DA RICONOSCERE, ERRORI DA EVITARE. L’Associazione, che opera a livello nazionale, è presieduta dal professore Paolo Cendon, noto giurista che ha dedicato da sempre il suo impegno ai temi della fragilità sotto ogni angolazione (lui stesso si definisce un fragilologo, un debolologo) si pone come obiettivo la ricerca di soluzioni volte alla tutela delle persone deboli in generale nella società civile. L’evento, organizzato dai coordinamenti regionali Sicilia e Toscana, ha inteso costituire un momento di riflessione sulla pandemia ancora in corso, non solo nel ricordo degli aspetti positivi emersi in questa circostanza ma anche su ciò che non ha funzionato, sulle carenze di sistema, sugli errori da evitare, nella consapevolezza di quel che è accaduto, rifuggendo dalla “…tentazione illusoria di mettere tra parentesi questi mesi drammatici per riprendere come prima”, per ricordare le parole del Presidente della Repubblica Sergio Mattarella il 28 giugno a Bergamo.mariagrazia caruso

Tante le figure di illustri giuristi siciliani che, coordinati dall’avv. Mariagrazia Caruso, (coordinatrice regionale per la Sicilia dell’Associazione DIRITTI IN MOVIMENTO), hanno relazionato su svariate tematiche.

La prof. Ida Angela Nicotra ha effettuato un inquadramento costituzionale dei provvedimenti emergenziali evidenziando quanto delicato sia il bilanciamento dei diritti fondamentali; il prof. Ugo Salanitro ha analizzato gli effetti del lockdown sui contratti di durata: locazioni, affitti, forniture; la prof. Anna Genovese dal suo osservatorio privilegiato (quale consigliere della CONSOB) ha riferito sui contenuti delle risposte di regolazione finanziaria all’emergenza; il prof. Aurelio Mirone ha illustrato i profili di legislazione emergenziale nel diritto societario e concorsuale; la prof. Marisa Meli ha effettuato una disamina degli eventuali profili di responsabilità professionale; il prof. Tommaso Auletta ha relazionato sulle problematiche inerenti il diritto alla bigenitorialità determinate dalle restrizioni conseguenti alla pandemia; il prof. Guido Salanitro ha affrontato le tematiche inerenti i provvedimenti assunti in materia di finanze e tributi; la prof. Daniela Fisichella ha descritto il ruolo e le criticità della Organizzazione Mondiale della Sanità in tempo di pandemia e le politiche dell’Unione Europa; la prof. Concetta Marino ha segnalato le disfunzioni del sistema processualistico dell’emergenza; la prof. Gabriella Nicosia ha evidenziato l’importanza dello smart working pubblico quale strumento di benessere organizzativo per il tramite di una leadership responsabile.

Momenti di alto livello culturale, riflessioni intense e profonde; la particolare capacità espositiva dei relatori ha consentito una fruizione agevole non solo ai tecnici ma anche al pubblico non specializzato che ha seguito in maniera attenta e curiosa tutti i meeting: una guida certa in un momento difficile e su problematiche complesse per quanti operatori e non hanno l’esigenza di acquisire sul tema delle risposte.

Tutti i video possono essere visionati sulle pagine facebook di DIRITTI IN MOVIMENTO e DIRITTI IN MOVIMENTO SICILIA e a breve godibili su un testo stampato che raccoglierà tutte le relazioni.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Codice di verifica *