Il coccodrillo come fa? Solo “Epic Brozo” lo sa

Non è un nuovo tormentone musicale, ma sta già riscontrando successo sui campi di tutta Europa 

.

Prende il natale in casa Inter ed è la novità di questi ultimi dieci giorni di calcio europeo. Stiamo Parlando della “mossa del coccodrillo”, ovvero scivolare alle spalle della propria barriera su calcio di punizione per impedire che la squadra in procinto di attaccare possa ingannare la squadra difendente con un tiro di precisione rasoterra. A dare luce a questa nuova caratteristica difensiva è stato il centrocampista croato dell’Inter Marcelo Brozovic, il quale durante la sfida di Champions League contro il Barcellona, in casa dei blaugrana, ha evitato alla propria squadra di subire una rete da Luis Suarez grazie proprio a questa nuova tecnica.

Successo che ha riportato fortuna anche fra gli avversari e, la prima immagine che ci viene in mente, proprio in occasione della sfida con i campioni di Spagna è l’espressione dell’infortunato Leo Messi in tribuna accanto al figlio, divertito dal colpo di genio del numero 77 nerazzurro.

12

Inizialmente sembrava solo una casualità, una tecnica adoperata solo in caso di necessità contro un’avversaria di primo livello come il Barcellona, per evitare di inciampare in spiacevoli sorprese dai calci piazzati e, invece, Brozovic si è ripetuto proprio ieri sera nel posticipo di Serie A in casa della Lazio, prevenendo su una punizione bianco-celeste dal limite dell’area di rigore.

SS Lazio v FC Internazionale - Serie A

Moda calcistica del momento o nuova metodologia per evitare spiacevoli disavventure dai calci piazzati; la certezza è solamente una. La “Mossa del Coccodrillo” funziona.

Foto: fonti web

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Codice di verifica *