CittadinanzAttiva sulla sicurezza nelle scuole

Avendo già affrontato la problematica in un manuale, “A scuola di sicurezza”, CittadinanzAttiva ritiene indispensabile l’organizzazione di un piano di messa a norma e riqualificazione degli edifici scolastici

cittadinanzattiva

Scuola di CittadinanzAttiva Messina

 Lo stato di fatto della sicurezza nelle scuole in provincia di Messina, come del resto anche in gran parte di quelle dell’Italia, impone un momento di riflessione complessiva sulla tematica partendo dal presupposto che essa non riguarda solo gli enti locali (Comune e Città Metropolitana) che per legge hanno il compito della gestione degli edifici scolastici, ma anche i dirigenti ai quali competono tutta una serie di obblighi in materia di formazione e informazione nei confronti del personale docente e non, e di preparazione e sensibilizzazione degli alunni nell’affrontare con coscienza eventuale episodi di emergenza.

CittadinanzAttiva ha già affrontato la problematica in un manuale, “A scuola di sicurezza”, tratteggiando linee di azione generali che, adesso, nel caso specifico di Messina, meritano un approfondimento particolare partendo da uno screening sullo stato delle strutture esistenti per giungere alla elaborazione di un piano di interventi risolutivi, da parte dell’Amministrazione Comunale (per la scuola del primo ciclo) e della Città Metropolitana (per gli istituti di secondo grado), da realizzarsi nel breve, medio e lungo termine.

L’iniziativa dell’organizzazione di un convegno ad ampio respiro che affronti criticità esistenti e proponga soluzioni, che coinvolga anche l’assessore regionale all’Istruzione e Formazione on. Roberto Lagalla ed al quale saranno invitati tutti i dirigenti delle scuole di Messina e provincia, è stata anticipata all’assessore alla pubblica istruzione del Comune di Messina, Enzo Trimarchi, dai responsabili del settore scuola di CittadinanzAttiva, che si avvarranno della validissima collaborazione dell’Associazione Nazionale Presidi, rappresentata dalla dirigente Laura Tringali. il prof. Pietro La Tona Presidente della V commissione consiliare, Scuola, del comune di Messina, assente giustificato, ha confermato la già espressa condivisione dell’iniziativa.

CittadinanzAttiva che già in passato si è occupata lungamente delle scuole messinesi, con Lea Ilardo, ha anche affermato che esiste una realtà comune nella massima parte delle scuole fatta di carenze, a cominciare dall’abbattimento delle barriere architettoniche, passando per l’adeguamento degli impianti elettrici alle rinnovate esigenze tecnologiche presenti in tutti gli istituti, dai comprensivi ai superiori, per finire con la totale assenza di impianti di riscaldamento in molti edifici, situazione, questa, che negli anni è stata presa sempre sottovalutata confidando, le varie amministrazioni, nella bontà del nostro clima, con il risultato che, nei giorni di freddo intenso, giustamente monta la protesta e i dirigenti scolastici, per primi, si trovano in comprensibile difficoltà per responsabilità di certo non a loro imputabili.

CittadinanzAttiva ritiene indispensabile l’organizzazione di un piano di messa a norma e riqualificazione degli edifici scolastici che non può prescindere dalla realizzazione di un sostanzioso parco progetti che consenta agli Enti Locali di poter accedere ai finanziamenti comunitari, nazionali e regionali.

E’ stato posto l’accento anche sulla necessità di una mappatura delle strutture onerose a carico del Comune e della individuazione di immobili di proprietà che, nel breve-medio periodo, possano ospitare istituti attualmente con plessi dislocati in varie parti della città.

La sinergia tra Istituzioni (Ente Locale, Scuole – rappresentate dai Dirigenti, la cui azione propulsiva va rafforzata anche dagli Organi Collegiali, Consigli di Istituto in primo luogo, Ordini Professionali) deve essere il punto di forza della crescita di Messina e della sua provincia e la eventuale individuazione delle responsabilità di ciascuno, può servire a far conoscere chi deve fare cosa.

Solo da un confronto aperto, possono scaturire proposte valide e condivisibili e CittadinanzAttiva si muove in tale direzione di coinvolgimento, proponendo un’iniziativa che veda allo stesso tavolo amministratori, dirigenti scolastici, società civile, ordini professionali, esperti del settore, lavorare assieme per la sicurezza nella scuola e per una sua maggiore qualificazione sul territorio.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Codice di verifica *