Cinquant’anni di Rosario Di Bella, festeggia con un concerto

Il 26 luglio si è svolto nell’anfiteatro comunale Falcone-Borsellino il compleanno del cantante, il quale ha deciso di mettere su un concerto per celebrare l’evento del suo passaggio da ‘ragazzo’ a ‘uomo maturo’ cercando, sarcasticamente, di nascondere la propria vera età

 

CATANIA – Una cosa è certa: Rosario Di Bella non vuole confessarci quanti anni compie: il concerto del 27 luglio all’anfiteatro comunale Falcone-Borsellino di Zafferana Etnea, per il cartellone Etna in Scena 2013,  coincide con un traguardo importante per tutti gli uomini, ovvero l’età che trasforma un ‘ragazzo’ in un uomo ‘maturo’, età che simboleggia fascino, esperienza, vita vissuta.  Invece, esordisce scherzosamente: ‘Vi ringrazio per essere venuti al mio ‘esimo’ compleanno,  – e ride – non riesco neanche a pronunciare quanti anni compio, ma posso dirvi che ho speso i restanti quarantacinque della mia vita interessandomi alla musica’.

Una sottile e curiosa coincidenza ci colpisce, venticinque: esattamente la metà degli anni che compie Rosario – eh si,vi abbiamo svelato il segreto- ma sono proprio venticinque i brani in cui il cantautore ed autore catanese si esibisce. Pezzi storici come “Difficile amarsi”, “Non volevo” e ovviamente “Il giorno del mio compleanno”, ma anche gli inediti come “Parole a caso”.

Seguono ‘I miei amici’, ‘Invece no’, ‘Portami via’ e l’ambiente si scalda.

‘Jimi Hendrix colpiva l’attenzione del pubblico con una semplice chitarra – scherza Di Bella – mentre io posso confessare senza vergogna di essere stato il primo cantante coraggioso perché ho pubblicato una canzone dal titolo ‘Il lepidottero’, e sfido qualunque cantautore ad incidere un testo simile!’  Poi è la volta di altre chicche come ‘Abbracciami’, ma quasi fa venire i brividi a l’audience presente nel momento in cui si volge verso il pubblico dichiarando: ‘Stasera qui fra voi c’è una presenza importante, mia figlia Alice: a te che sei la mia vita dedico questa canzone!’ Parole bellissime scritte per lei, e l’Anfiteatro Comunale Falcone-Borsellino si accende e sogna. Commuovente omaggio al pianoforte rivolto all’amico Lucio Dalla con “Sono interessante”.

Non solo un concerto, per Rosario, ma anche un’occasione per riunire i suoi amici musicisti di sempre: sul palco: Rosario Calì alla batteria, Filippo Platania alla chitarra acustica, Roberto Di Bella al basso, Anthony Panebianco alle tastiere e Daniele Raciti alla chitarra elettrica.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Codice di verifica *