Champions League: la Roma perde in Ucraina

I giallorossi cadono a Kharkiv per 2-1. Non basta il gol al termine del primo tempo di Ünder per portare a casa la vittoria finale 

Shakhtar Donetsk vs AS Roma

Una gara altalenante quella di ieri sera da parte della Roma di Eusebio Di Francesco, la quale è uscita sconfitta da Kharkiv, ai danni dello Shakhtar Donetsk  per 2-1 nell'andata degli ottavi di finale di Uefa Champions League. Un primo tempo da incorniciare per i giallorossi che, grazie al proprio fenomeno Ünder, sono stati in grado di portarsi in vantaggio quasi allo scadere della prima frazione di gioco. L'attaccante turco ha concluso a rete una grande palla in diagonale svirgolata dal portiere Pyatov. Qualche altra ghiotta occasione si presenta sui piedi di Perotti e Dzeko, i quali però non riescono a battere l'estremo difensore avversario.

Nella ripresa la Roma sembra non scendere in campo e, dopo meno di dieci minuti i padroni di casa agguantano il pareggio con Ferreyra che, dopo aver dribblato, la difesa giallorossa, scarica in rete senza difficoltà, battendo Alisson. Con una Roma spenta è proprio il portiere brasiliano a difendere il risultato, fino al settantunesimo minuto, quando lo Shakthar trova la rete del vantaggio con il solito Fred su calcio di punizione, sempre freddo nel chiudere in gol.

6

Qualificazione ancora non compromessa per gli uomini di Di Francesco, ma di certo, non sarà facile eliminare gli ucraini e, per farlo, ci vuole solamente una gara perfetta, senza commettere quelle disattenzioni che sono venute a galla nella ripresa della partita di ieri. Sulla carta, basterebbe un gol alla Roma per archiviare il passaggio del turno, ma si sa, il gioco del calcio è sempre pronto a regalare sorprese e lo Shakthar di mister Fonseca non è uno di quei club che issano  facilmente la bandiera bianca.

Immagini collegate:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Codice di verifica *