Champions League: “Revenge” Roma. Barcellona umiliato (3-0)

Dzeko, De Rossi e Manolas sono gli eroi della "capitolina" nella notte di Champions contro i blaugrana. Adesso la parola d'ordine è "Crederci"

4

La vendetta è un piatto che va servito freddo e, la Roma è stata in grado di prepararlo al meglio per i blaugrana, nella notte di Champions di ieri sera. Un 3-0 che concede  di agguantare le semifinali della massima competizione europea alla compagine di Di Francesco e, di iscrivere il proprio nome fra le migliori quattro della stagione.

E se nel calcio esistono gli dei, costoro hanno anche voluto che a spingere i capitolini in semifinale sono stati proprio De Rossi e Manolas con i loro gol, ovvero i due che misero involontariamente la sfera nella propria porta regalando due reti alla squadra di Valverde.

Dopo il 4-1 del Barcellona nella sfida d'andata sembrava davvero un'utopia per la Roma poter ribaltare il risultato e trovare il passaggio del turno contro una delle rose più blasonate del continente, ma alla fine la forza di volontà e l'orgoglio dei giallorossi ha permesso di compiere il miracolo e scrivere una nuova pagine nel grande libro della storia del club. Sette giorni fa, al Camp Nou, era mancata la determinazione sotto porta a Dzeko e compagni, i quali dopo aver retto il divario tecnico con i catalani, non hanno saputo concludere a rete in molte buone occasioni, sprecando fin troppo al termine dei primi novanta minuti.

Ieri sera, invece, sotto rete è stato il festival del gol, con un tris che regala urla e lacrime di gioia a tutti i tifosi romanisti. Dopo soli sei minuti è proprio l'attaccante bosniaco a sbloccare il risultato in favore della Roma. Palla immediatamente riportata a centrocampo e subito ad attaccare la trequarti offensiva del Barcellona. Le occasioni non mancano nei successivi quaranta minuti per la squadra di Di Francesco, ma si va al riposo con il parziale di 1-0.

Nella ripresa passa meno di un quarto d'ora e Piqué stende Dzeko in area di rigore. Sul dischetto si presenta De rossi che batte Ter Stegen e riaccende la possibilità dell'impresa a mezz'ora dal novantesimo. Il Barcellona non sembra nemmeno essere la "piccola macchina da guerra" vista in Liga e continua a difendersi dalle incursioni dei giallorossi. A otto minuti dalla fine, però, Manolas stacca di testa e insacca il pallone sul secondo palo, facendo impazzire l'intero stadio. Solo allora Messi e compagni cercano di reagire e, a un minuto dal triplice fischio del direttore di gara, Dembele cerca l'euro gol su un'uscita del portiere Allisson. il pallone termina sul fondo e dopo pochi attimi, la Roma passa ufficialmente il turno e sugli spalti dell'Olimpico può finalmente cominciare la festa.

Festeggiamenti che invadono molti quartieri della città per tutta la notte. Gioia immensa anche da parte del presidente James Pallotta che festeggia la clamorosa vittoria, facendo il bagno nella fontana di Piazza del Popolo.

Adesso si attende l'urna per scoprire chi sarà in semifinale l'avversaria dei giallorossi e, a questo punto, bisogna crederci fino in fondo più di prima.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Codice di verifica *