Champions League, Juve-Barcellona 1-3: blaugrana campioni d’Europa

Calcio: Morata pareggia il gol di Rakitic, poi Suarez e Neymar chiudono la partita. Il Barcellona sale sul tetto d’Europa per la quinta volta nella storia centrando per la seconda volta anche uno storico triplete. La Juve esce sconfitta, ma a testa alta, il ds Marotta: « Siamo tornati protagonisti»

All’Olympiastadion di Berlino dove va in scena la finale di Champions League 2015 non c’è l’impresa della Juve, ma troviamo da una parte il Barcellona che conferma ancora una volta di essere la squadra più forte al mondo, dall’altra la Juventus con un progetto solido e la possibilità di poter costruire un futuro importante.

«Più di così era dura… questo è un punto di partenza per il futuro» è il commento a caldo del tecnico bianconero Allegri, consapevole di aver messo in difficoltà in alcune fasi della partita la squadra catalana. È stato un vero peccato per la Juve che esce comunque a testa alta dal campo, nonostante il ko confermi la “maledizione” bianconera nelle finali di Champions: sei sconfitte su otto un vero record.

Per la squadra blaugrana si tratta della quinta Champions e per la seconda volta riesce a vincere anche il campionato e la Copa del Rey centrando uno storico triplete. Si gioca in un’atmosfera incredibile, con una cornice di pubblico degna di una finale di Champions League. Pronti e via agli uomini di Luis Enrique bastano soli quattro minuti per passare in vantaggio. Al primo affondo una combinazione tra Neymar e Iniesta consente a Rakitic di appoggiare in rete il pallone dell’1-0.

Per buona parte del primo tempo è il Barcellona a fare la partita con quel “tic tac” tipico  e  un possesso palla impressionante che ha caratterizzato il gioco in questi anni pieni di successi. Ci vuole un super Buffon con una prodezza su un tiro di Alves al  13’ per tenere in partita ancora la Juve.

La squadra Luis Enrique fa paura specialmente quando riparte con Messi e Neymar, ma concede anche degli spazi in difesa per il contropiede bianconero. Il primo tempo si chiude con un tiro di Marchisio al 44’ e nella ripresa ci si aspetta una Juve ancora più determinata nel cercare il pareggio. Si riparte con un’altra prodezza di Buffon che nega il gol a Suarez. Al 10’, all’improvviso, Marchisio dà di tacco a Lichtsteiner che serve Tevez il suo tiro è respinto da Ter Stegen, ma Morata è li pronto a ribadire in rete per il gol 1-1.

La Juve adesso ci crede e sulle ali dell’entusiasmo crea ancora due buone occasioni per passare addirittura in vantaggio con Tevez e Pogba. Neanche il tempo di protestare per un possibile calcio di rigore, Alves cintura Pogba in area, che Messi è già dall’altra parte, Buffon para il tiro dell’argentino, ma nulla può su Suarez che segna sulla ribattuta il gol del 2-1. La partita ormai è segnata, con il Barcellona a difendere il risultato e dopo un recupero di cinque minuti per le tante interruzioni, in contropiede, Neymar firma il 1-3 definitinvo.

A fine gara è il popolo blaugrana a festeggiare con il tecnico Luis Enrique a commentare una finale storica: «Siamo stati bravi anche se la partita è stata complicata. Siamo i campioni, credo giustamente». Poi l’asturiano, ex tecnico della Roma, si rivolge ai tifosi giallorossi: «Saluto tutti i tifosi giallorossi, saranno contenti per la nostra vittoria».

La Juve esce sconfitta, ma consapevole di aver disputato una grande stagione come ribadisce il ds Marotta: «C’è amarezza, è normale, ma è l’epilogo di una stagione straordinaria. Devo ringraziare a nome della società tutti i tifosi, dentro e fuori lo stadio, che ci hanno sostenuto per fare questa grandissima partita. Siamo tornati laddove ci eravamo un po’ smarriti, siamo tornati protagonisti in Europa a pieno merito e dobbiamo fare in modo di proseguire nei prossimi anni».

IL TABELLINO

JUVENTUS-BARCELLONA 1-3

Juventus (4-3-1-2): Buffon; Lichtsteiner, Barzagli, Bonucci, Evra(44′ st Coman); Marchisi, Pirlo, Pogba; Vidal (34′ st Pereyra); Tevez, Morata(39′ st Llorente). A disp.: Storari, Ogbonna, Padoin, Sturaro, Matri. All. Allegri 6. 

Barcellona (4-3-3): Ter Stegen; Dani Alves, Piqué, Mascherano, Jordi Alba; Rakitic (46′ St Mathieu ), Busquets, Iniesta (33′ st Xavi ); Messi, Suarez (51′ st Pedro), Neymar. A disp.: Bravo, Bartra, Adriano, Rafinha. All. Luis Enrique 6,5.

Arbitro: Cakir

Marcatori: 3′ Rakitic (B), 10′ st Morata (J), 23′ st Suarez (B), 52′ st Neymar (B)

Ammoniti: Vidal, Pogba (J), Suarez (B)

Espulsi: – 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Codice di verifica *