Cedifop Palermo. Attività subacquee off-shore: la qualifica di OTS non è sufficiente

Con una lettera indirizzata alla ENI, AIAS suggerisce la giusta qualifica professionale.

In una nota congiunta  trasmessa ad ENI, e successivamente pubblicata sul sito di AIAS (Associazione Italiana ambiente e sicurezza, con sede a Milano - https://www.aias-sicurezza.it/com-la-giusta-qualifica-professionale-per-le-attivit-subacquee-off-shore-operatore-tecnico-subacqueo) da Francesco Santi Presidente  di AIAS, da Cedifop e  dall’associazione di categoria Marine World RSO, che raggruppa imprese operanti nel settore dei lavori subacquei, sono stati evidenziati alcuni profili di criticità nell'ambito della procedura d'appalto per "Monitoraggi ambientali off-shore Direttiva 2014/25/UE", pubblicata su GURI V serie speciale n.42 del 14 aprile u.s., relativi alla figura professionale dell'OTS (Operatore tecnico subacqueo).

Tale procedura, con riferimento all'effettuazione di lavori subacquei, prevede - tra l'altro - che i lavoratori impiegati siano "in possesso della qualifica professionale di sommozzatore conseguita a seguito del corso di Operatore tecnico subacqueo (OTS)", figura professionale, che trova la sua disciplina di riferimento nel decreto ministeriale del 13 gennaio 1979 e s.m.i.  ed è destinata allo svolgimento di attività subacquee nei soli ambiti portuali e relative adiacenze. Oggi in Italia, fuori dall'ambito portuale, dove le caratteristiche batimetriche ed il contesto operativo sono profondamente diversi, la qualificazione prevista è - ontologicamente - diversa e di maggiore specializzazione, a tutela della salute e sicurezza degli operatori impegnati. In tal senso la Regione Siciliana con propria normativa (legge regionale 21 aprile 2016, n.7) ha introdotto apposite qualifiche professionali - a seguito di idonei percorsi formativi opportunamente accreditati e vigilati - per l'esercizio delle attività subacquee in ambito extra-portuale, allineate agli standard formativi ed alle best practices internazionali di settore. I titoli formativi rilasciati ai sensi della citata normativa regionale, validi e riconoscibili sull'intero territorio nazionale e comunitario, consentono agli interessati l'iscrizione ad apposito Repertorio telematico tenuto dalla stessa Regione che opera come strumento di certificazione e di facilitazione del contatto fra domanda ed offerta di lavoro nel settore. In ragione della tipologia d'interventi oggetto della procedura d'appalto in questione, che dovrebbero svolgersi in ambito extra-portuale offshore, il riferimento alla qualifica professionale di OTS (in quanto lavoratore in ambito portuale) appare incongruente e potenzialmente inidoneo alla puntuale attuazione delle previsioni in materia di sicurezza (d.lgs. 81/2008). Oggi, la regione Siciliana, tramite il repertorio telematico e tramite  le figure di "sommozzatore/inshore air diver" e/o di "offshore air diver (top up)" e saturazione Diver, viene incontro alla esigenza di reperire del "personale esperto" certificato (come fatto obbligo dall'articolo 53 del DPR n.886/1979) e in particolare come è già accaduto nella procedura di gara per "attività di ispezione subacquea" (n.30051775), promossa dalla stessa ENI, ove correttamente si è fatto riferimento al requisito tecnico di impiego di personale qualificato per attività offshore (top up).

Per questi motivi è stato chiesto ad ENI di integrare, in relazione al profilo di criticità evidenziato, la procedura di appalto in oggetto, a beneficio della tutela della salute e sicurezza sul lavoro che, da sempre, è obiettivo richiamato e coerentemente perseguito da ENI stessa, con l'auspicio che  al di là della specifica procedura, che l'azienda opera, per gli appalti futuri,  una ricognizione ed un allineamento della propria procurement policy alla nuova e più avanzata disciplina del lavoro subacqueo, per tutti gli appalti e per attività extraportuali sia per il livello INSHORE che per i livelli OFFSHORE.

Link sul sito di AIAS: https://www.aias-sicurezza.it/com-la-giusta-qualifica-professionale-per-le-attivit-subacquee-off-shore-operatore-tecnico-subacqueo

Link sul sito dell’Assessorato al Lavoro, Repertorio Telematico  Commercial diver: http://pti.regione.sicilia.it/portal/page/portal/PIR_PORTALE/PIR_LaStrutturaRegionale/PIR_Assessoratofamigliapolitichesocialielavoro/PIR_DipLavoro/PIR_Areetematiche/PIR_Sostegnooccupazione/PIR_Repertoriotelematicosubacqueaindustriale

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Codice di verifica *