CAVESE-ACIREALE 3-1: TROPPA CAVESE PER QUESTO ACIREALE

Cade pesantemente, la squadra di De Sanzo, nell'ultima gara della "regular season", contro una Cavese in gran rispolvero.

Troppo forte la squadra del tecnico Troise, per quest'Acireale, che si presentava al "Simonetta Lamberti" di Cava di Tirreni, con diversi indisponibili.

Il tecnico granata doveva fare la conta dei disponibili, in campo esordivano anche diversi 2004 e un 2005 che pero' non demeritavano.

La squadra di casa invece, si presentava al gran completo, con giocatori del calibro di Foggia, Viscomi, Lo Masto e Banegas, solo per citarne alcuni.

Probabilmente per quanto speso, è sicuramente la Cavese la squadra più' delusa di questo torneo, costruita senza badare a spese e che ieri, complice la sconfitta casalinga della già promossa Gelbison, vede la promozione svanire per un solo punto di distacco.

I padroni di casa, si riversano nella meta campo avversaria già da subito, ma non creano nei primi minuti di gioco grossi grattacapi alla difesa granata.

Anzi, l'Acireale riesce a tenere bene il campo e si fa' preferire in questa prima parte di gara.

Al 18' Brumat, serve in area Russo che prova il tiro, respinto in angolo da Anatrella.

Insiste l'Acireale e al 20' Correnti si invola in contropiede e apparecchia per la testa di Tounkara, che in buona posizione in piena area di rigore spedisce la palla incredibilmente, alta.

Ancora i granata al 27' con De Pace, che calcia la palla in area di rigore avversaria, arpiona il pallone Brumat, ma la sua girata con di mancino, finisce abbondatemene fuori.

Acireale impreciso e sfortunato, concede pero' spazio ai contropiedi dei Blufoncé , che  al primo vero affondo al 33' passano. Foggia si invola sulla destra e crossa in area per Bacio Terracino, l'attaccante lasciato incredibilmente solo, con un piattone di sinistro non lascia scampo all'incolpevole D'Alterio.

Il vantaggio dei locali, non scompone i granata che hanno una ghiotta occasione per poter pareggiare, Correnti al 40' prova a sfruttare un errore di Anatrella, uscito fuori area per respingere di testa un pallone vagante, e lancia in area Toukara che appoggia per il giovanissimo Lo Monaco, il suo tiro pero' è debole e Anatrella blocca in due tempi.

Allo scadere della prima frazione di gioco, l'Acireale regala il raddoppio alla Cavese, Correnti colpisce malamente un pallone in area e Corigliano si fa trovare pronto a battere per la seconda volta l'estremo difensore ospite.

Si chiude la prima frazione di gioco, senza nessun minuto di recupero.

Nella ripresa girandola di sostituzione per entrambe le formazioni e Acireale che parte forte. Subito dopo pochi minuti di gioco, Viglianisi lancia Russo, che entra in area e prova il tiro, che trova la pronta respinta di Anatrella e poi la difesa riesce a liberare.

La Cavese, rischia, ma decide di chiudere la gara al 52' quando Banegas, fa velo per l'inserimento di Palma, che entra in area e batte per la terza volta D'Alterio.

La partita finisce qui, perché l'Acireale non ha la forza per poter reagire, ma trova con l'orgoglio il goal della bandiera al 90' quando su un angolo battuto da Russo, Cadili di testa mette la palla in fondo al sacco.

Finisce una gara che non aveva nessun significato per entrambe le squadre già' qualificate ai playoff. Due squadre che fino all'ultimo hanno provato a contendere la promozione alla Gelbison. Due squadre che potrebbero affrontarsi nuovamente in finale playoff domenica, anche se la posta in palio non è più' la stessa.

IL TABELLINO:

CAVESE (4-3-3): Anatrella; Gabrieli (57' Potenza), Viscomi, Lomasto, Caserta; Corigliano, Palma, Aliperta; Bacio Terracino (57' Kone), Banegas (71' Romizi), Foggia (57' D'Angelo). A disp.: Paduano, Caserta, Fissore, Maiorano, Altobello, Allegretti. All. Troise.

ACIREALE (3-5-2): D’Alterio; Brumat, De Pace, Cadili; Tounkara (73' Savanarola), Garetto (85' Finocchiaro), Viglianisi (57' Cristiani), Joao Pedro, Correnti (46' Mollica); Russo, Lo Monaco (60' Binanti). A disp.: Ruggiero, Fichera, Esposito, Ricciardo. All. De Sanzo.

ARBITRO: Peletti di Crema (Bettani-Daghetta).

MARCATORI: 33' Bacio Terracino, 43' Corigliano, 52' Palma, 90' Cadili

LE INTERVISTE:

Il tecnico De Sanzo, parla di un punto di partenza importate aver schierato i 2004 e 2005, ed è soddisfatto, perché ha tenuto testa a una forte squadra come la Cavese, con una squadra rimaneggiata. Adesso continua, serve recuperare condizione e affrontare i playoff con passione e sudore, perché bisogna lasciare un segno.

Sul suo futuro, non vuol per adesso parlare, perché il suo futuro è mercoledì' e perché i ragazzi meritano di vincere i playoff.

     

Immagini collegate:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Codice di verifica *