Catania: Sottil convince, pronto un mercato da… B

Rossazzurri vincenti in Coppa Italia e pronti ad operare sul mercato in vista della B. Anche Bocalon sulla lista della dirigenza etnea

cat

Solo 17 i convocati, nessun nuovo acquisto (per questioni burocratiche), alcuni con le valigie già pronte, diversi giovani. Il Catania si è presentato a Foggia per la Coppa Italia così, con qualche cerotto ma una grinta che gli ha permesso di vincere e convincere contro “i Satanelli”, già dallo scorso anno in pianta stabile in serie B. Un test importante non solo perché si trattava del secondo impegno ufficiale (il primo quello con il Como) ma soprattutto perché è stata un’occasione per vedere il nuovo Catania di Andrea Sottil sfidare una formazione della serie cadetta che, salvo clamorosi dietrofront, vedrà tra le partecipanti quest’anno anche i rossazzurri. Una gara che ha messo in mostra alcuni elementi spesso sottovalutati (tra tutti Bucolo e Rossetti) ma soprattutto l’ottimo lavoro di Sottil che è riuscito a dare già una propria identità alla sua squadra e c’è già l’acquolina in bocca per vedere cosa l’ex tecnico del Livorno riuscirà a fare con l’organico al completo.

Nel frattempo però il Catania, che ha già festeggiato con i propri tifosi il ripescaggio in serie B, aspetta che il tutto venga effettivamente ufficializzato. Difficile che le cose possano cambiare, anche se il comunicato del Brescia di pochi giorni fa e qualche malumore all’interno della Lega non hanno ancora fatto scomparire del tutto le incertezze. C’è grande ottimismo però che tutto possa rimanere così come è e che, di conseguenza, gli etnei disputeranno la prossima stagione in cadetteria.

Per questo la dirigenza rossazzurra, come è stato più volte detto, si sta già muovendo per assicurare a Sottil un organico all’altezza della categoria. Pochi innesti, oltre a quelli che sono già stati inseriti nelle scorse settimane, ma di grande qualità per migliorare una rosa che già di per sé sembra pronta a dare battaglia.

Serve ancora il vice-Pisseri. Lo Monaco aveva annunciato che si sarebbe puntato su un giovane per il ruolo di secondo, la promozione in B però potrebbe far virare il Catania su un “usato garantito”, per coprire le spalle all’ex portiere del Monopoli che, comunque, partirà senza dubbio titolare anche in serie cadetta. Qualcosa si potrebbe poi fare anche in difesa. Per rafforzare le corsie laterali potrebbe esserci infatti il ritorno di Lorenzo Del Prete, difensore classe 1986 attualmente di proprietà del Perugia. Il club umbro sembra disposto a far partire l’esterno e il Catania sta valutando l’ipotesi di puntare proprio su di lui, dopo gli arrivi di Calapai e Ciancio sempre sulla fascia.

A centrocampo piace sempre Robert Gucher (Pisa) che potrebbe affiancare Biagianti e Lodi in quella porzione di campo. Il nome più sensazionale si cerca però in attacco. C’è grande fiducia su Curiale e Marotta, Brodic verrà valorizzato e le quotazioni di Rossetti crescono (Pozzebon e Ripa invece sempre in uscita), ma l’idea sarebbe quella di prendere comunque un altro attaccante che conosca già bene la B. Uno dei nomi sulla lista potrebbe essere quello di Riccardo Bocalon, punta di proprietà della Salernitana.

Per quanto riguarda le uscite, fermo restando che il Catania cercherà di piazzare i già citati Pozzebon e Ripa, oltre ai vari Marchese, Fornito e Caccetta, ci sono da registrare gli interessamenti del Siracusa per Manneh (ma solo in prestito) e del Catanzaro per Curiale. Difficile che il Catania decida di far partire il giovane canterano, così come è complicata la trattativa che porterebbe in Calabria l’ex Trapani. Ma si sa, le vie del mercato sono infinite.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Codice di verifica *