Catania, ritorno o addio definitivo: quale futuro per Pozzebon?

Dopo il prestito alla Triestina, l’attaccante rientra al Catania con il desiderio di restare. Bisognerà però capire quali saranno le strategie della società etnea

pozz

Pozzebon sì, Pozzebon no. Arrivato a Catania nel gennaio del 2017 dopo aver impressionato tutti con il Messina (grazie anche agli 8 gol realizzati fino alla prima parte di stagione), l’attaccante sembrava poter essere una risposta al momento negativo del reparto offensivo rossazzurro. La sua esperienza alle pendici dell’Etna però non è stata delle più felici: 14 presenze, 2 gol e 2 assist. Numeri non esaltanti, viziati però da una seconda parte di stagione sicuramente non fortunata per il Catania, tra i vari cambi alla guida tecnica e l’amara chiusura al primo turno dei playoff.

Nella passata stagione è arrivato poi il prestito alla Triestina. Anche con la formazione biancorossa però, la punta non è riuscita a trovare la sua dimensione, collezionando 24 presenze e mettendo a segno solo 2 reti. Un bottino davvero amaro, che ha interrotto così la striscia di campionati di C chiusi in doppia cifra maturata nelle due precedenti stagioni (10 gol con la Lucchese nel 2015/16, 8 a Messina + 2 a Catania nel 2016/17).

Finito il prestito, Pozzebon ora torna alla base. Dal canto suo il giocatore ha già espresso la voglia di avere una seconda chance con la maglia rossazzurra e provare a riscattarsi proprio con il Catania. Bisognerà capire quelle che saranno le intenzioni però sia della società che del nuovo tecnico. Con Curiale unica certezza davanti e Brodic ormai pronto a chiudere la valigia e volare via, bisognerà intanto capire quali saranno i destini di Barisic e Ripa. A quel punto poi si vedrà se per Demiro Pozzebon ci sarà posto e, in quel caso, una nuova opportunità con i colori rossazzurri.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Codice di verifica *