Catania: “L’Operazione Cornerbet” porta tre arresti

Il calcio scommesse nel campionato italiano è un incubo che torna ancora una volta con la morte nel cuore di chi ama profondamente questo sport

4

Il calcio scommesse nel campionato italiano è un incubo che torna ancora una volta con la morte nel cuore di chi ama profondamente questo sport. Grazie a un’indagine svolta da parte della Polizia Postale di Catania, lo scorso campionato si sarebbe concretizzata una frode in competizioni sportive, nello specifico nel campionato di Serie C Girone C. Grazie alle informazioni che sono state date questa mattina attraverso la conferenza stampa svoltasi alle 10:30 alla questura di Catania, sono almeno tre le partite sul quale si è indagato, rispettivamente: Trapani-Bisceglie, Rende-Bisceglie e Bisceglie-Sicula Leonzio (tutte nella stagione sportiva 2018/2019). Attualmente è stato fermato ai domiciliari l’attuale difensore del Foggia Giordano Maccarone, in più sono scattati altri due arresti ai danni di Rosario Cavallaro (dipendente di una ditta privata) e Andrea Leanza (titolare di un centro scommesse). L’inchiesta è partita per frode informatica, successivamente mutata in frode sportiva e, gli arrestati scommettevano su piattaforme estere su: calci d’angolo, punizioni. L’indagine parte dal momento in cui un gestore di scommesse catanese denunciava un ingresso illecito su alcuni conti gioco e, le successive verifiche hanno portato alla scoperta di frode in competizione sportiva.

Seguiranno eventuali aggiornamenti in merito alla vicenda.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Codice di verifica *