Catania: giro di vite dei carabinieri. In manette pusher

In manette spacciatori. i carabinieri fermano padre violento che estorceva soldi al figlio per comprare la droga.

coltelloCarabinieri della Compagnia di Catania Piazza Dante hanno arrestato nella flagranza il 26enne catanese Marco Musumeci, poiché ritenuto responsabile di resistenza a pubblico ufficiale e spaccio e detenzione illecita di sostanze stupefacenti. Sono stati gli uomini del Nucleo Operativo ieri sera ad osservarne le modalità di spaccio in questa Via Timoleone a Picanello, luogo in cui riceveva la sua clientela per piazzare le dosi di marijuana in cambio di denaro. Scorgendo da lontano i militari è fuggito per le vie del quartiere per poi essere bloccato ed ammanettato in Via Cavallaro. Durante la perquisizione è stato trovato in possesso di due stecche di “marijuana”. La droga è stato sottoposta a sequestro mentre l’arrestato attenderà l’udienza di convalida relegato ai domiciliari. I Carabinieri della Stazione di Pedara hanno arrestato nella flagranza un 55enne del posto, già gravato da pregiudizi penali, poiché ritenuto responsabile di lesioni personali aggravate.Il figlio, un 27enne in atto sottoposto alla libertà vigilata ed all'obbligo di presentazione alla P.G. – misure adottate a seguito del suo arresto nel 2016 per violenza e resistenza a pubblico ufficiale - ieri pomeriggio con estrema arroganza ha avanzato al padre l’ennesima richiesta di denaro per l’acquisto della cocaina da cui è dipendente. Dopo una furibonda lite, avvenuta tra le mura domestiche, il padre ha estratto un coltello dalla tasca sferrando diversi fendenti all'indirizzo del figlio. Solo il provvidenziale intervento dei carabinieri avvertiti al telefono da alcuni vicini che hanno sentito le urla, ha evitato il peggio.  Difatti i militari, appena giunti, hanno disarmato ed ammanettato l’aggressore e soccorso il figlio sanguinante a terra. Trasportato in ambulanza all’Ospedale Cannizzaro di Catania è stato medicato per ferite da taglio alle mani ed alla gamba destra – sospetta lesione del nervo sciatico -  guaribili in una quindicina di giorni. Il coltello è stato sequestrato mentre l’arrestato, in attesa della direttissima, è stato relegato agli arresti domiciliari.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Codice di verifica *