Catania – Catanzaro 1-1. Ritorno al Massimino con qualche lode

Un Catania generosissimo non regala i due punti in più al tecnico Raffaele e alla città etnea. Un buon pareggio, contro una squadra arcigna e dotata di buon centrocampo, per festeggiare un Natale calcistico sotto l'elefante.

Torre del Grifo e la SIGI in settimana hanno messo giù le coordinate per far si che all'inizio dell'anno nuovo gli avvocati dei rispettivi sodalizi trovino il closig per passare tutto alla cordata di mr Tacopina. 
L’allenatore del Calcio Catania Giuseppe Raffaele – grande ex del Potenza – schiera 25 giocatori per la sfida allo Stadio "Angelo Massimino" e valevole per la diciassettesima giornata del girone C del campionato Serie C 2020/21.
Raffaele recupera quasi tutti gli assenti dell'ultimo scontro con l'eccezione di Rosaia, indisponibile per l'infortunio subito nel corso della gara con il Potenza, Santurro e Emmausso.
In campo la terna arbitrale formata dal signor Claudio Panettella, della sezione A.I.A. di Gallarate, assistenti Gianluca D'Elia e Andrea Niedda, entrambi provenienti da Ozieri. Quarto ufficiale il signor Fabio Pirrotta (Barcellona Pozzo di Gotto).
Manto erboso rigenerato, in apparenti buone condizioni (protetto finalmente dai teloni durante l'ultimo periodo di pioggia), giornata soleggiata con accensione delle luci a metà partita.
Pubblico infrasettimanale delle grandi occasioni …ma sempre davanti la TV!!! 
Primo Tempo - Raffaele, tecnico rossazzurro,  sceglie un assetto della squadra più guardino conoscendo la caratura degli ospiti (3-4-3 in maglia rossazzurra). Risponde Calabro, allenatore del Catanzaro, con uno spigliato 3-4-1-2, potendo sfruttare le doti di Di Massimo e dell'ex Di Piazza. E a buona ragione perchè la squadra calabra parte a spron battuto conquistando metri in avanti, sfruttando le indecisioni e gli errori (troppi) dell'asse di centrocampo etneo. Pressing altro ospite che porta subito al gol. Dopo una discreta azione di Piccolo e svirgolata di Calapai, che non trova la porta, al 7' Di Massimo porta in vantaggio il Catanzaro. Complice la difesa troppo alta dopo vistoso errore di Welbeck e palla imbucata in avanti che taglia la difesa etnea permettendo al n.18 ospite di realizzare con Confente non colpevole. Reazione etnea che porta al 12' una buona azione tra Biondi, Pinto, Piccolo e ancora Biondi che manca il gol.
Buona la progressione in profondità del Catania ma palese sterilità nella conclusione finale, con troppe palle sbaglòiate e traversoni degni di cancellazione dai ricordi.
Le due squadre per certi aspetti si equivalgono, con predominio catanese e veloci ripartenze degli ospiti. Tonucci su Di Piazza e Welbeck contro Corapi i duelli più importanti. Catanzaro a due velocità con gioco rapido a fisarmonica. Al 23' buona azione del Catania che porta in avanti sulla dx. Calapai a traversare per la testa di Sarao, ma Branduani di faccia toglie all'attaccante la gioia del gol. Sembre Catania in avanti con Piccolo, autentico outsider, e che porta Tonucci in porta; ma il difensore al 29' si fa parare il tiro. Punti deboli: Dall'Oglio che non trova lo specchio della porta da facile posizione e Biondi che non riesce a trovare la posizione per sostenere il centrocampo, permettendo le veloci ripartenze dei calabri. Il primo tempo si caratterizza con un Catania in avanti e con gli ospiti pronti al contropiede e dopo due minuti di recupero restano in vantaggio.

Secondo Tempo - Catania più quadrato, prende meglio le misure agli ospiti che perdono qualche metro. All'inizio Piccolo tenta per ben due volte il tiro in porta ma viene prima stoppato e poi parato. Qualche altro errore di Welbeck al centrocampo permette al Catanzaro di portarsi in avanti velocemente. al 3' giallo per Casoli. al 10' doppia azione da gol per i rossazzurri. Da un cross di Tonucci prima Pinto viene parato e poi Zanchi murato dalla difesa. Pinto si ripete dopo due minuti ma il tiro va alto. Catania in pressing costante e ospiti in contropiede. al 14' occasionissima per il Catania con Piccolo che non ne approfitta di una buona azione di pressing di Sarao su Corapi. Al 15' esce Biondi per Pecorino. Raffaele tenta un mascherato 4-2-4. 
Catania
nella tre/quarti degli ospiti con Piccolo e Sarao pericolosi. Ottimo Branduani a chiudere la porta. Al 19' arbitro protagonista con il fischetto su un chiaro vantaggio per il Catania. Zanchi guadagna metri a favore di Piccolo che di testa butta fuori. Al 22' giallo per Dall'Oglio. Martinelli in contropiede si fa vedere con una sgroppata che lo porta al tiro in porta, parato da Confente. Dopo la pericolosità di Pinto l'ex Di Piazza imbucato da Di Massimo. Al 30' cambi: entrano Evacuo e Riccardi per Di Piazza e Casoli.  Al 33' giallo per Martinelli reo di aver fatto fallo su Sarao, dopo una bella azione del Catania, il n.5 ospite si ripete su Pinto. Un minuto dopo ammonito Piccolo che viene sostituito con Manneh che va a sx., Pinto cede il posto a Piovanello che va a dx. Anche il Catanzaro effettua i cambi al 37': esce Di Massimo per Baldassin e Corapi per Risolo. Il Catania tenta il tutto per tutto. Entra al 39' Reginaldo per Tonucci. Gli ospiti rispondono con Evan's per Carlini.
Siamo alle battute finali e una bella azione con Reginaldo che recupera palla in favore di Sarao che lancia in area il veloce Manneh che con freddezza trafigge Branduani. Siamo al 41' ed è il pareggio meritato per il Catania. 
Ultima azione per il Catania con colpo di testa di Pecorino alto sulla traversa. Dopo 4 minuti di recupero la partita finisce con il Catania in attacco ma non cambia il risultato. 
Risultato finale Catania - Catanzaro 1-1 Commento di fine gara: Bentornati al Cibali/Massimino. Un Catania volitivo non riesce a spuntarla su un coriaceo Catanzaro, sceso al Cibali con buon atteggiamento agonistico. Si è fatta vedere la stanchezza per i colori rossazzurri, reduci dalla vittoria di domenica, che per lunghi tratti hanno dominato il campo, lasciando però ampi sprazzi per il veloce contropiede pericoloso degli ospiti, per nulla arrendevoli. Qualche velocità negli schemi deve esere rivista negli uomini di Raffaele, cambiati nell'assetto e nello schieramento per tutta la partita. Pareggio per certi aspetti giusto ma il Catania recrimina qualcosa di più. Tutti i giocatori con l'ampia sufficienza. Un plauso a Manneh per la realizzazione. Da registrare il centrocampo, alla luce dei tanti infortuni. Da rivedere Dall'Oglio, Pinto e Biondi. Welbeck non può essere lasciato solo a reggere il centrocampo. Piccolo stanco ma fa la differenza. Panchina sempre pronta, e questa è una sicurezza per Raffaele. Arbitro non dei migliori. Classifica invariata per i risultati del pomeriggio. Buon Natale in ogni caso con Tacopina che in panciolle si è vista da lontano la partita. Prima della fina dell'anno atteso il preliminare definitivo, anche se le firme di cessione sono attese per l'inizio dell'anno, e mi sembra giusto visto il nefando 2020.

Questi gli atleti messi a disposizione per lo Stadio “Massimino” di Catania:
PORTIERI: 32 Alessandro Confente – 22 Miguel Ángel Martínez – 12 Salvatore Della Valle.
DIFENSORI: 16 Alessandro Albertini – 26 Luca Calapai  –  3 Claiton Dos Santos Machado - 2 Mario Noce – 33 Antonio Panebianco – 18 Eros Pellegrini  – 20 Giovanni Pinto - 5 Tommaso Silvestri - 18 Denis Tonucci -  29 Andrea Zanchi.
CENTROCAMPISTI: – 21 Kevin Biondi – 23 Jacopo Dall’Oglio – 13 Mariano Julio Izco – 6 Nana Addo Welbeck-Maseko.
ATTACCANTI: 10 Reginaldo Ferreira da Silva Fonseca – 7 Alessandro Gatto – 19 Kalifa Manneh  – 31 Emanuele Pecorino - 14 Antonio Piccolo – 17 Enrico Piovanello – 9 Manuel Sarao – 11 Agapios Vrikkis


© Riproduzione riservata
Tags:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Codice di verifica *