Catania. Aziende di costruzioni e infissi in ginocchio. Continuano i furti di materiale.

Continuano da circa sei mesi furti in grosse aziende della provincia di Catania. Sostegno di tutta la Città agli imprenditori che investono nelle opere della Città. WhatsApp Image 2020-01-30 at 16.37.27La situazione lavorativa è diventata improponibile”. Questo è lo sfogo amaro di Carlo Concorso, imprenditore conosciuto e titolare di aziende di infissi in alluminio che incidono nella produzione lavorativa, con mezzi e risorse umane, nella provincia di Catania. Sopra la foto del cantiere di San Giuseppe La Rena luogo di continui furti.

WhatsApp Image 2020-01-30 at 16.36.43 (1)

E’ proprio così. Catania vanta tristi primati anche nei momenti di difficoltà economica per le aziende che operano nelle costruzioni e nelle opere di ristrutturazione. Succede che da più di sei mesi alcune aziende industriali note nella città vengono afflitte da innumerevoli furti di materiale edile e di profilati di alluminio.
Alcuni cantieri nella città di Catania (San Giuseppe La Rena) e nella cittadina di Gravina vengono puntualmente messi in ginocchio per furti mirati, con sottrazione di attrezzature, materiali di costruzione, profilati, necessari al completamento e successiva consegna di strutture alberghiere e immobili. Inoltre non vengono risparmiati interi lotti di materiale per uso lavorativo contenuti in furgoni aziendali pieni di materiale pronto alla consegna alle imprese.

WhatsApp Image 2020-01-30 at 16.55.04

(nella foto asportazione di infissi da mezzo e da infrastruttura)

Immane il lavoro delle forze di Polizia che prontamente chiamate intervengono nei luoghi di furto. Venivano costatati ingenti danni da scasso e furto anche di materiale elettrico, compresi quadri e cabine elettriche anche in vani già muniti di ascensori. Le Forze dell’Ordine riscontravano anche la mancanza di infissi e profilati già posizionati o da lavorare e scassi in veicoli di trasporto materiale.
Raccolte numerose denunzie dagli stessi esasperati imprenditori che non vogliono piegarsi a eventuali a richieste delittuose ma che subiscono siffatte ripercussioni economiche davvero significative con difficoltà a mantenere le forze lavorative negli stessi cantieri.
WhatsApp Image 2020-01-30 at 16.36.43Carlo Concorso, titolare della PN Serramenti e PN Project con sede a Gravina di Catania è davvero esasperato: “Lavoro nel campo dei profilati da ben 25 anni e come adesso non riesco a capire come in un momento di crisi economica e sociale questi furti possano far inginocchiare un intero sistema lavorativo. Confido nelle forze dell’Ordine cittadine ed in tutte le Associazioni che si occupano dei fenomeni di illegalità che si possa uscire quanto prima da questa spirale delittuosa. Credo che si debba prontamente intervenire per assicurare e mantenere i posti di lavoro che questi furti continui mettono in chiara crisi. Sono tanti infatti – continua Concorso – gli operai e le famiglie che necessitano del sostegno di tutta la Città sana, imprenditoriale e lavorativa. Ingenti sono i danni causati dai furti che ad ora incidono per somme superiori a un milione di euro. Sono stanco e amareggiato ma non mi piego e continuo per amore delle famiglie che lavorano da sempre con le mie aziende”.

Tutte le forze operative della Città e della sua Provincia si debbono stringere attorno a chi denunzia e movimentarsi per essere vicine agli imprenditori ed alle Forze di Polizia per debellare questa spirale di delinquenza, per individuare subito il malaffare e assicurare alla giustizia i responsabili dei furti. E che questo avvenga presto, in una Città che a poco a poco cerca di riemergere proprio nelle forze sane imprenditoriali.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Codice di verifica *