Catania al Vertice, IV appuntamento dell’Open Sport

 Il presidente Nello Russo: “La Regione Sicilia ancora sorda alle esigenze dello Sport”

Nel quarto appuntamento dell’Open Sport, le società appartenenti al consorzio Catania al Vertice, esprimono ancora il loro disappunto a causa dei tagli che la Regione Sicilia ha applicato allo sport siciliano

Com’è ormai consuetudine, ogni venerdì la stragrande maggioranza delle società sportive di Catania e provincia si danno appuntamento al “Borghetto Europa” per discutere degli aventi sportivi che terranno impegnate, nel fine settimana, le società nelle molteplici discipline sportive.

Questa volta non si parla solo di sport, ma ci si è concentrati su una problematica che attanaglia, ormai da tempo, le società sportive etnee le quali, unite sotto il consorzio di “Catania al Vertice”, hanno affrontato la tematica riguardante le innumerevoli difficoltà che hanno messo in ginocchio lo sport siciliano, a causa dei tagli economici che la Regione Sicilia ha effettuato alle società sportive.

Come sempre primo portavoce di questa crociata è il presidente di Catania al Vertice, Prof. Nello Russo in qualità anche di presidente dell’ASD Orizzonte Pallanuoto, il quale ha dichiarato ai microfoni di Globus Radio Station & Web Television“Catania al Vertice abbandona, per il momento, la sua veste sportiva e scende in campo ufficialmente poiché non può più subire le prevaricazioni che provengono dalla Regione o dalle Istituzioni in genere. Ci siamo stancati, anche perché dobbiamo dare risposte ai nostri giovani e ad oggi facciamo fatica ad andare avanti.

“La Regione Sardegna è una regione più piccola della Sicilia, con problematiche molto più gravi della nostra regione, ma sta aiutando lo stesso il movimento sportivo.

Io non riesco a capire come sia possibile che la Regione continui a ignorare la realtà dello sport regionale, soprattutto perché le nostre società rappresentano l’elite nazionale e internazionale.

Oggi sono partiti ufficialmente i ‘’vespri siciliani’’, purtroppo non lo volevamo fare, però ci hanno messo con le spalle al muro. Oggi scendiamo in campo non solo per giocare ma anche per fare politica sportiva”

Di seguito, il presidente dei “Muri Antichi Nuoto & PallanuotoLuigi Spinnicchia e il Team Manager Massimiliano Vinti dell’”Amatori Catania Rugby” si sono accodati alle parole del presidente Russo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Codice di verifica *