Catania: al “Norma that’s Sicilia” il convegno Anief per dirigenti scolastici

Al Centro congressuale “Norma that’s Sicilia – l’officina delle eccellenze” presso l’aeroporto Fontanarossa convegno Anief per dirigenti scolastici

Nel centro polivalente “Norma” dedicato all’opera di Bellini, si è svolto il convegno organizzato dall’Anief (associazione professionale sindacale) in collaborazione con “Eurosofia”, sul tema “La legge 107: posizione del Dirigente Scolastico tra adempimenti e responsabilità”.

Sono state presentate problematiche inerenti l’attività dei dirigenti scolastici, di cui l’Anief si sta interessando, infatti è stata aperta una sezione dedicata ai dirigenti, e nell’occasione è stato nominato segretario generale Daniela Di Piazza dirigente scolastico Istituto Alberghiero “Karol Wojtyla” di Catania, che ha aperto i lavori. Ha sottolineato “il tema in questione è legato agli adempimenti e obblighi scolastici inerenti alla legge 107, allo scopo di creare un confronto tra dirigenti e offrire chiarimenti idonei per potere affrontare questo importante momento del cambiamento, con una linea comune di procedure condivise, mettendo in campo riflessioni sul tema, individuando strumenti operativi idonei per assolvere agli adempimenti richiesti nei vari ambiti di responsabilità”.

Sono intervenuti autorevoli relatori DS Giuseppe Adernò – responsabile comunicazione e formazione, che ha affrontato con chiarezza l’argomento abbastanza complesso  e contorto relativo al piano triennale dell’offerta formativa, Natale Saccone consulente esperto e RSPP “Rete scuola sicura” città metropolitana di Catania, ha tratteggiato con  modalità esaustive l’applicabilità dell’ex art. 26 comma 3 ter D. Lgs 81/2008. Pietro Perziani, responsabile aspetti sindacali e contrattuali, ha chiarito attraverso slide come affrontare il ricorso per la perequazione interna, che riguarda i dirigenti scolastici vincitori dei due concorsi ordinari e come chiedere per loro il riconoscimento dell’anzianità maturata nella precedente carriera da docenti, poiché soffrono di una discriminazione nei confronti degli altri dirigenti.

I risarcimenti possono superare 30 mila euro netti a cui è da aggiungere la ricostruzione di carriera, ovvero la maggiorazione dello stipendio per il futuro. Il report conclusivo è stato affidato a Marcello Pacifico, presidente Anief, che ha manifestato con enfasi la sua soddisfazione per aver introdotto l’area dirigente, orientandola al settore della formazione che servirà per tutorare docenti e personale ATA, riducendo così i contenziosi per una buona e reale scuola. Ha moderato i lavori Vincenzo Ciotola, responsabile aspetti sindacali e contrattuali. Sono state prospettate e approfondite problematiche di cui l’Anief si sta interessando, ponendosi gli obiettivi di una collaborazione tra dirigenti e docenti, affinché la riforma della scuola abbia due componenti unite e non opposte diventando una  risorsa per la scuola.

Se l’operazione decolla i benefici saranno avvertiti nel mondo della scuola e in particolare dell’utenza giovani e famiglie, poiché in un paese dove non funziona la scuola, non funziona niente, in particolare la scuola spesso non è stata considerata il volano, che dovrebbe assicurare la crescita del Paese, ma come un ostacolo. Numerosa la partecipazione che ha messo in scena un convegno ricco di spunti, grazie alla collaborazione della professionalità dei convenuti. Ad abbellire la cornice della riuscita manifestazione: il viaggio emozionale con “Il Cigno” presso la cucina del centro con la rappresentazione scenico-teatrale e degustazione della “pasta alla norma”, piatto capolavoro che racchiude tanti significati e fa assaggiare Catania.

Nella realizzazione del format sono stati coinvolti gli attori Gianluca Barbagallo e Nicola Deodati che hanno rievocato il momento storico della ricetta dedicata all’opera di Bellini, si tratta di un estratto di spettacolo completo “Norma”, che gli attori stanno preparando interpretando Musco e Martoglio “raccontiamo la gastronomia siciliana per fondere teatro e arte culinaria accompagnati dalla musica belliniana” affiancati dal contralto Patrizia Perricone che ha intonato la “Casta Diva”.

La regia è stata curata dal gastrosofo Calogero Matina, il servizio di ristorazione è stato fornito dallo chef Domenico Privitera e coordinato dall’abile Maître Danilo De Feo. Tra i presenti ospiti importanti Bonura Salvatore direttore Sac, che porgendo i saluti augura tanto successo ai giovani studenti chiosando “abbiamo accettato di buon grado, la scelta di questi enti, nello spazio “Norma” concepito come momento di esposizione di eccellenza agroalimentare siciliana, come un luogo dove poter valorizzare i tanti talenti e professionalità di cui dispone il nostro territorio, così abbiamo ospitato i presidi delle scuole che formeranno gli chef del domani”.

Messina Ettore, presidente network “Comuni amici” del quale fanno parte diversi comuni siciliani, con lo scopo del brent Sicilia e partner Sac, gestisce gli spazi interni alla ”Norma” occupandosi dell’organizzazione degli eventi emozionali per mostre d’arte, scuola di cucina e show coking; si rimane incuriositi dagli allestimenti originali del nastro valige, diventando il bagaglio culturale della Sicilia.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Codice di verifica *