Carmen Consoli con “L’abitudine di tornare” al Teatro Antico di Taormina

Il 30 Agosto 2015 si è esibita presso il Teatro Antico di Taormina la nota cantante catanese.

In apertura del live Giovanni Cacciamo, tra alcuni brani, canta la canzone che gli è valso il Sanremo Giovani 2015 ,”Ritornerò da Te”.

Poi ecco che la bassista Luciana Luccini e la batterista Fiamma Cardani hanno preso posizione agli strumenti e iniziato l’intro di un brano che Carmen Consoli ha iniziato quasi subito a cantare, “Mio Zio”, seguito poi da “Sentivo l’Odore”, ”L’abitudine di Tornare”  e quindi “La Signora del Quinto Piano”, ”Ottobre”, ”Matilde”, ”Per Niente Stanca” e Fino all’Ultimo”.

Arrivano quindi, in un corteo, provenienti dal backastage, le Malmaritate, raggiunte subito dopo che si sono sfilate sul palco da Carmen Consoli che ha così iniziato una nuova fase del concerto, oserei dire la più spettacolare, suggestiva, anche per il trucco di Maurizio Calcagno, le capigliature incredibili dell’Hair Sylist Salvo Filetti e i costumi adottati dalle componenti del gruppo “sottratti” diligentemente dai bauli dell’Archivio Storico MF e la grande opera di Marella Ferrera, la stilista presente, che ha completato il tutto.

In effetti sembrava quasi, almeno ai miei occhi, di essere entrati in un’atmosfera tipica dei film di Tim BurtonMa, dettaglio che non va assolutamente dimenticato e trascurato, tutte, proprio tutte, compresa Carmen Consoli, indossavano un paio di scarpette rosse, che molti conoscono avere un significato molto particolare…Specie in questi ultimi tempi, con la maggiore presa di coscienza della violenza sulle donne che spesso culmina nel femminicidio.

Ad un certo punto, dopo l’esecuzione da parte di queste undici magnifiche musiciste, di brani come “AAA Cercasi”, ”Esercito Silente”, ”Fiori d’Arancio”, ”Contessa Miseria” e “Venere”, le musiciste Malmaritate si sono allontanate dalla scena. Sono rimaste solo la batterista Fiamma Cardani, la “MalmaritataElena Guerriero, la bassista  Luciana Luccini e Carmen Consoli che, strumentalmente hanno creato un’atmosfera davvero inquietante…Poi, piano piano, ad una ad una hanno lasciato i propri strumenti e Carmen Consoli si è tolta le sue scarpette rosse per adagiarle sopra una sedia, allontanandosi poi nel backstage, mentre Luciana Luccini è rimasta sola, a creare un suono elettronico davvero ossessionante, prodotto dal basso e componenti elettronici, ma carico di significato.

Infine anche lei ha abbandonato la scena. Un grandissimo applauso ha messo in evidenza questa fase importante…Quel suono ossessionante rimasto per diversi secondi, assieme alla sedia con le scarpette rosse, illuminate da un faro, protagoniste della scena…

La sedia con le scarpette rosse è rimasta sempre lì, illuminata, ed in seguito è entrata anche Carmen Consoli, con la sua chitarra esibendosi in due o tre pezzi di “bonus” per il pubblico che ha richiesto continuamente questa o quella canzone come “Alla Finestra” oppure “Confusa e Felice”, successivamente anche accompagnata dalla sua band…

Alla fine, nel backstage con la scusa, almeno di fare firmare la copertina del numero di Globus Magazine, contenente il servizio dedicato al suo Concerto di Acireale, scritto a più mani, mie comprese, oltre che dallo stesso Editore, Enzo Stroscio, corredato da nostre immagini, ecco che scatta qualcosa, una certa “complicità”…Infatti, dopo che a Carmen ho detto, mentre scriveva la dedica, “Beh, spero che prima o poi si riesca, un giorno, finalmente a scambiare qualche battuta al nostro microfono…

Lei mi guarda  e mi dice “Hai qui tutto per farla”? al mio assenso dice “aspetta qui, che tra poco vediamo”, strizzandomi l’occhio.

Infine, uscite alcune persone dal camerino, mi chiama. In camerino con lei ”la macchina da ripresa” è pronta, il microfono anche e pure alcune domandine semplici alle quali,come vedrete nel video, ha risposto davvero simpaticamente.

Ecco il video dell’intervista a Carmen Consoli: 

Ecco la galleria fotografica dell’evento: 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Codice di verifica *