Campionato Italiano GT, a Vallelunga secondo posto ed un ritiro per i catanesi La Mazza e Nicolosi

Le ultime due tappe della maggiore competizione nazionale a ruote coperte si terranno a ottobre, a Monza e al Mugello

Nicolosi-La Mazza  (Ebimotors,Porsche 991-GT3#169)

Vallelunga segna ancora un secondo posto (in gara 1) per l’equipaggio catanese La Mazza – Nicolosi. Peccato per il ritiro in gara due, quando La Mazza si trovava alle spalle del leader Di Benedetto e ha dovuto abbandonare per la rottura della cinghia dei servizi. Sul circuito laziale però, almeno fino allo sfortunato ritiro, la Porsche 991 della Ebimotors è tornata sui livelli di inizio stagione e questo fa ben sperare per la conclusione del campionato.

GARA 1. Gara abbastanza facile per il primo in classifica. Sul gradino più alto del podio – come riporta anche il sito di Acisport -  è salito Davide Di Benedetto. Il pilota siciliano, impegnato da solo nelle due gare romane e leader della classifica provvisoria, è sempre stato al comando, lasciando ai suoi avversari la lotta per il secondo gradino del podio, che è andato a La Mazza-Nicolosi dopo un bel duello con Pisani-Sauto, deciso a sette giri dalla conclusione con il sorpasso di La Mazza su Sauto.

GARA 2. In partenza, La Mazza ha subito superato Sauto, portandosi al secondo posto alle spalle del leader Di Benedetto. Il sorpasso è avvenuto prima della Curva dei Cimini. Il ritmo è stato ottimo tanto che fino al momento del ritiro il vantaggio su Sauto era di circa 50”.

“La macchina era perfetta. Avevamo grandi stimoli – spiegano i due piloti – e si è visto in pista. Sabato, la rimonta sulla coppia Pisani – Sauto è stata veramente importante. Abbiamo recuperato un distacco significativo e siamo arrivati secondi. Una bella gara. Domenica invece è stato il giorno del rammarico – ha detto La Mazza – ero partito bene e poteva venir fuori una corsa simile a quella di sabato. Peccato, ma il ritiro non è da imputare né a noi né al team. Resta comunque la convinzione di poter essere protagonisti negli ultimi round della stagione”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Codice di verifica *