Calciomercato nel vivo, ora il Catania riparte da… Catania

Con l’ufficialità dei primi tre acquisti e del nuovo allenatore, il mercato del club etneo entra nel vivo con l’obiettivo di dare nuovi elementi a Camplone sin dalle prime battute del ritiro

66598188_429509321232485_2077888869813977088_n (1)

Dopo un silenzio figlio anche della questione tecnico, risoltasi positivamente poche ore fa con l’arrivo di Andrea Camplone sulla panchina rossazzurra (per lui contratto fino a fine stagione con la possibilità di rinnovo in caso di promozione in serie cadetta), il mercato del Catania è ufficialmente entrato nel vivo. Il primo acquisto, come già noto da tempo, è stato quello di Jacopo Furlan che è andato così ad occupare uno spazio importante, quello del portiere. L’ex Catanzaro metterà a disposizione della squadra la sua esperienza nella categoria e arriva a Catania dopo un paio di stagioni molto positive.

Successivamente, proprio in concomitanza con l’ufficialità di Camplone, è stato il turno di Nana Welbeck. Cresciuto calcisticamente nel settore giovanile del Brescia, il giocatore era una delle speranze più brillanti del vivaio delle rondinelle e cerca ora a Catania il riscatto personale dopo aver girovagato per l’Europa. Infine, nella giornata di ieri, è arrivato anche l’annuncio del terzo acquisto rossazzurro: Emanuele Catania. L’attaccante, che in passato ha messo più volte in difficoltà gli etnei da avversario, ha firmato un contratto annuale coronando così il sogno di vestire quei colori tanto amati. “Lele” partirà, almeno inizialmente, come alternativa agli esterni d’attacco ma, per quanto visto negli ultimi anni, è facile pensare che farà di tutto per dare il suo apporto alla squadra e provare a ritagliarsi un ruolo da protagonista con i colori rossazzurri cuciti addosso.

Tre ufficialità, per quanto riguarda il parco giocatori, già arrivate, altre potranno arrivare nelle prossime ore. Ad esempio quella di Pinto, difensore esterno che con tutta probabilità sarà un giocatore rossazzurro nel giro di qualche ora e potrà rappresentare una valida alternativa a Calapai. Poi servirà portare a casa anche un difensore centrale: continua a piacere Salvatore Monaco, figlio di Gennaro, che più volte ha espresso il suo legame con il Catania e che sembrerebbe ormai essere pronto a lasciare Perugia. A centrocampo i nomi sono quelli dei soliti noti: probabile che Lo Monaco ed i suoi cercheranno di dare a Camplone almeno due innesti. In attacco, detto dell’arrivo di Catania, molto dipenderà dalle uscite. Se Di Piazza e Sarno sono confermatissimo, meno sicuro di restare è Marotta. Prima di cedere l’ex Siena però i rossazzurri dovrebbero trovare un rimpiazzo. Ecco quindi che ad oggi forse l’unica alternativa sarebbe quella di imbastire uno scambio con un’altra società. Ma, al momento, il Catania ha altre priorità.

Per tanti giocatori che entrano, molti escono. Arrivati gli addii di Di Grazia e Aya – entrambi svincolati il 30 giugno – il prossimo probabile partente è Pisseri. L’arrivo di Furlan ha dato un segnale importante al numero 12 rossazzurro e cioè che il Catania come titolare punterà proprio sull’ex Catanzaro e Trapani. Ecco che allora Pisseri sarebbe prossimo a vestire altri colori: su di lui continuano con insistenza ad essere interessati Venezia e Bari. Detto di Marotta che potrebbe lasciare Catania, difficile che lo faccia pure Curiale, così come Barisic. Più facile che invece lascino Torre del Grifo Brodic e Rossetti: entrambi potrebbero partire però in prestito. Pecorino invece verrà valutato da Camplone in ritiro ed è facile pensare che potrebbe rimanere a Catania come alternativa ai titolari, nella speranza che possa diventare un importante exploit per gli etnei. Tutto fermo anche sul fronte Lodi: si è parlato tanto di un possibile addio del numero 10 al Catania ma ad oggi nessuna novità in merito.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Codice di verifica *