CALCIO SERIE A: SINTESI E RISULTATI 37° GIORNATA

Derby di fuoco e Roma salda al secondo posto. Lazio e Napoli si giocano tutto all’ultima giornata al San Paolo. L’Inter cade al Marassi sotto i colpi del Genoa. Samp stop ad Empoli. La Fiorentina festeggia l’Europa.

Juventus Stadium in pompa magna per festeggiare il quarto Tricolore consecutivo. Prima però c’è da affrontare il Napoli in cerca di punti per l’Europa che conta. Nonostante i padroni di casa scendano in campo con una formazione decisamente rimaneggiata, saranno in grado di dominare i partenopei. 3 a 1 il risultato finale con il ritorno al gol di Simone Pepe.

Sabato sera invece al Marassi va in scena la sfida fra il Genoa e l’Inter. Con i Grifoni che soffrono Icardi su tutti (3 i gol per lui se non fosse stato per il guardalinee che ne annulla 2), e i nerazzurri che non smettono di impressionare negativamente per gli svarioni difensivi. 3-2 il risultato finale che permette ai Genovesi di agguantare la qualificazione per l’Europa League, revoca della licenza permettendo.

Domenica alle 12.30 si sfidano Empoli e Sampdoria, con i blucerchiati in piena lotta Uefa ed intenzionati a portare a casa i 3 punti. Sarà però una partita dominata dai toscani che si porteranno in vantaggio con Pucciarelli. Pareggio Samp invece ottenuto dal subentrato Samuel Eto’o nel finale. 1 a 1 che mette in dubbio l’obbiettivo del presidente Ferrero nonostante l’ultima giornata sarà il Parma al Ferraris la vittima preannunciata per assicurarsi gli ultimi punti disponibili.

Alle 15 l’unica partita rilevante per la classifica è Palermo-Fiorentina. Ai Viola basta 1 punto per la matematica qualificazione europea. 2-3 spettacolare e senza esclusione di colpi, grazie anche ad un Palermo tutt’altro che arrendevole capitanata occasionalmente dal giovane Dybala alla sua ultima apparizione in maglia rosanero. Grande protagonista dei toscani l’ex Ilicic che dopo una marcatura straordinaria dalla distanza si commuove chiedendo scusa alla platea che lo applaude.

Gli altri match del pomeriggio sono Cesena-Cagliari 0-1 con il sesto sigillo stagionale di Sau;

Parma-Hellas Verona con la doppietta dell’infinito bomber Luca Toni che sale in vetta alla classifica marcatori con 21 reti distaccando Icardi e Tevez fermi a 20;

Udinese-Sassuolo con la vittoria degli Emiliani per 0-1 con il primo gol in serie A ddel loro capitano Magnanellie Chievo-Atalanta che finisce in pareggio con un gol per parte, del Papu Gomez per i bergamaschi e dell’esperto Pellissier per i clivensi.

Di sera a San Siro il Milan ospita e straccia il Torino di Ventura in una partita che ha di particolare il ritorno al gol di El Shaarawy, dopo una stagione passata ai box per infortuni multipli, e la 100° marcatura in Serie A di Giampaolo Pazzini.

Il Big Match di giornata si gioca Lunedì alle 18 a Roma. Derby che di per sé è sempre fondamentale portare a casa per le rivali capitoline, per la gloria, per la storia, per la rivalità. Ma oggi si giocava anche per l’accesso diretto alla Champions League del prossimo anno. Il secondo posto verrà al termine dell’incontro blindato dai giallorossi che, con il gol di Yanga Mbiwa, battono un ottima Lazio che sarà costretta a difendere l’attuale posizione di classifica dal Napoli nello scontro diretto al San Paolo proprio all’ultima giornata. Soliti scontri all’esterno dello stadio e tensione anche in campo al termine della sfida a causa degli sfottò da parte dei giocatori romanisti nei confronti degli avversari. 1-2 inaspettato, in molti prevedevano il “biscotto” a danno dei napoletani, che permette alla Roma di chiudere il travagliato campionato con uno degli obbiettivi più importanti al sicuro.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Codice di verifica *