Calcio Catania, sofferenza e gioia contro la Casertana

Carriero prima, Marotta e Curiale regalano la vittoria ai rosso-azzurri contro i campani, anche se la prestazione non è del tutto convincente  

1

Nell’ennesima sfida approcciata psicologicamente in maniera diversa tra primo e secondo tempo, la compagine etnea di mister Andrea Sottil trova tre punti fondamentali per la rincorsa al primo posto contro una Casertana ben schierata sul terreno di gioco dello stadio Massimino.

Primo tempo che  vede il Catania iniziare in maniera non del tutto negativa. Col possesso palla si cerca di prendere campo all’avversario e, attraverso le giocate sulle vie centrali si cerca di far male ai rossoblu. Il modulo di inizio match, però, (4-3-1-2) non consente di poter usufruire degli scatti sulle fasce e, le mezzali non trovano lo spazio necessario per gli inserimenti in area di rigore avversaria.

Primo tempo anonimo, privo di emozioni e senza un Catania psicologicamente presente contro la Casertana. Gli avversari aspettano e cercano di impensierire la retroguardia avversaria attraverso le ripartenze concesse dalla squadra ospitante. Negli ultimi minuti della prima frazione di gioco, la Casertana comincia a rendersi seriamente pericolosa attraverso la spinta del centrocampo e la fantasia di Castaldo. Primo tempo che si conclude a reti inviolate fra le due squadre.

Come ormai avvezzi in questa stagione, invece, la reazione dei rosso-azzurri nella ripresa è immediata. Mister Sottil non cambia nulla, anche se Lodi si sposta in posizione più defilata rispetto a quella vistasi nei primi quarantacinque minuti. A Carriero bastano pochi minuti per trovare in area la rete di rapina che consente di sbloccare la sfida e di portare avanti i propri compagni di squadra (1-0). La reazione dei campani non arriva, anzi, il Catania riesce a mettere ancor più sotto pressione gli avversari marcando il tabellino per la seconda volta all’ora di gioco con Marotta, il quale serve in porta senza difficoltà l’assist di Matteo Di Piazza.

Il 3-0 arriva a dieci minuti dalla fine con Curiale che subentra proprio al numero 9 Marotta e trova una rete attesissima soprattutto dopo un lungo digiuno dal gol.

Rosso-azzurri che adesso torneranno in campo mercoledì sera, in trasferta, contro il Trapani nella sfida valida per il secondo posto. Successivamente gara interna contro la Paganese.

La rincorsa alla Juve Stabia continua.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Codice di verifica *