Calcio Catania: Russotto prosciolto dalla presunta combine di Avellino-Catanzaro 2013

L'attaccante del Catania è stato riconosciuto innocente dal Tribunale Federale Nazionale sull'ipotesi di combine del match tra Avellino e Catanzaro del maggio 2013

1

Prosciolto da tutte le accuse l'attaccante del Catania Andrea Russotto, dopo l'ipotesi di combine nella sfida tra Avellino e Catanzaro del 5 maggio 2013, match, allora valido per il campionato di Lega Pro dove secondo l'accusa, l'attuale esterno etneo, avrebbe sbagliato intenzionalmente almeno due chiare occasioni da rete.

Il numero 7 rossazzurro rischiava dal Tribunale federale nazionale fino a tre anni di squalifica più una possibile multa di circa cinquantamila euro, invece, potrà tornare a riprendersi dall'infortunio subito durante l'ultimo match casalingo degli etnei, pareggiato contro il Matera, con la mente più serena e senza dover pensare ad un possibile allontanamento forzato dal terreno di gioco.

Non solo Russotto, ma anche tutti gli altri indagati dal Tribunale federale, sono stati prosciolti da ogni accusa dal giudice Cesare Mastronicola.

Con il club giallorosso Andrea Russotto giocò dalla stagione sportiva 2012 fino al 2015, totalizzando nel complessivo ben 79 presenze e 15 reti.

Prima di trasferirsi al Catania, però, Russotto viene ceduto dal club calabrese in Serie B alla Salernitana dove non scese mai in campo per le sfide di campionato. Il 31 agosto viene ceduto dal club "granata", in Lega Pro, ai rossazzurri.

Termina nel migliore dei modi questa vicenda che aveva portato un po' di sconforto in casa Catania dopo il bel periodo di forma della rosa di Cristiano Lucarelli.

Immagini collegate:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Codice di verifica *