Calcio Catania: messo un “punto” alla stagione

Argomento chiuso, i rossazzurri conquistano il tanto agognato punto salvezza contro un solido Carpi che pensa alla festa per la storica promozione in A

Era ora! va in archivio la seconda stagione deludente del Catania targato Pulvirenti-Cosentino, mai cosi in basso negli ultimi 12 anni. I rossazzurri  si congedano con un pareggio, contro il neo-promosso Carpi per 0-0, e conquistano la salvezza matematica mettendo un punto definitivo a questo deludente campionato.

Il tecnico etneo Dario Marcolin schiera in campo la formazione migliore, assenti solo Castro per infortunio e Rinaudo per squalifica.

La partita comincia con le due formazioni molto attente a non sbagliare regalando ben poco spettacolo agli spettatori presenti. La gara prosegue con molto equilibrio a centrocampo, ma i rossazzurri, più motivati, provano a essere pericolosi prima con Maniero e poi con Calaiò, ma le loro conclusioni si spengono sul fondo. Dal canto loro, gli uomini di Castori, si inseriscono negli spazzi lasciati dalla difesa etnea con Di Gaudio che prova a essere pericoloso, ma non preoccupa più di tanto Ceccarelli e compagni. Tuttavia proprio Ceccarelli a fine primo tempo si rende autore di un colpo di testa su azione di corner che infrange sul palo il pallone che nega il vantaggio alla squadra rossazzurra.

Nel secondo tempo non accade praticamente nulla, con le squadre che sembrano accontentarsi del pareggio.  A metà del secondo tempo il capitano biancorosso Porcari prova a portare i suoi in vantaggio ma la sua conclusione finisce ampiamente fuori dallo specchio della porta. Alla fine ci prova Calaiò, ma l'estremo difensore del Carpi, Gabriel, si oppone al vantaggio rossazzurro e pone fine a una stagione avara di soddisfazioni per i tifosi catanesi, i quali non vedevano l'ora che si concludesse questa umiliante agonia sportiva.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Codice di verifica *