Calcio Catania, Lucarelli: “Fino ad ora molte cose positive”

A Torre del Grifo Village si è svolta la consueta conferenza stampa pre-partita dell’allenatore etneo a ventiquattro ore dal match esterno con la Paganese 

9592ed83-0620-49d2-8d65-87f23ea467a3

Il tecnico del Calcio Catania, Cristiano Lucarelli, ha risposto alle domande dei giornalisti presenti alla vigilia del match esterno contro la Paganese. Rosso-azzurri che a Pagani cercheranno la seconda vittoria stagionale lontano dal Massimino. Queste in sintesi le dichiarazioni dell’allenatore.

“Nelle fasi iniziali della partita (contro la Paganese) è normale che ci siano le fasi di studio. Poi è normale che dal sessantesimo in poi ci si apra un po’ di più e si giochi maggiormente a viso aperto. Con i giocatori non c’è nessun problema, è normale che qualcuno se la prenda un po’ di più, io per esempio, ero sempre arrabbiato quando giocavo ma uscito dal campo si risolveva tutto. Su Lele Catania stiamo cercando di monitorare sempre di più la situazione e, anche tramite il suo preparatore stiamo cercando di recuperarlo nel più breve tempo possibile. Biondi ha messo in campo un’ottima prestazione nell’amichevole di metà settimana con il Giarre; poterlo sfruttare da mezzala può essere una soluzione considerando che il ragazzo ha delle ottime potenzialità. Io sono soddisfatto di ciò che abbiamo fatto fino ad ora e, nonostante i due pareggi consecutivi siamo sulla strada giusta e contro il Bari, la continuità nella manovra mi è piaciuta maggiormente rispetto anche al mio Catania di due anni fa. Le impressioni mi facciano ben sperare e considerando che andiamo ad affrontare un avversario che utilizza lo stesso modulo del Bari, può essere un bene considerando che già abbiamo giocato tre partite (con quella di domani) con squadre che mantengono la stessa tipologia tattica. Dalla mia linea di difesa mi aspetto ancora delle buone risposte. Dobbiamo dare solidità tattica e mentale; non va bene subire troppi gol in una partita, ma bisogna continuare così trovando di settimana in settimana una difesa sempre più compatta. Su Biagianti, ci sta dando delle grosse garanzie in difesa e non solo per quanto riguarda la fase di copertura, ma anche nei momenti di costruzione dell’azione. Se continua così può solo migliorare in quel ruolo e può fare solo meglio. Di Molfetta, invece, l’ho provato in allenamento da quinto di centrocampo, ma ci vuole un percorso fatto di continuità di prestazione per poi prendere una decisione definitiva. Su Curiale, per me, è una risorsa. È un calciatore che può fare tranquillamente 15 gol in un campionato. Secondo me lui due anni fa è riuscito a supportare e sopportare le pressioni, poi non so cosa sia successo dopo, ma per me è un ottimo calciatore che deve essere recuperato e che ha bisogno di ritrovare fiducia. Con il tempo dobbiamo anche riuscire a proporre tre attaccanti davanti per poter schierare anche la nostra artiglieria pesante”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Codice di verifica *