Calcio Catania, il 2017 in numeri: solo quattro vittorie e tante delusioni

Solo quindici punti in tredici partite, segno di un’ involuzione preoccupante rispetto al girone d’andata
Catania

Il pareggio di Vibo Valentia, l’ottavo esterno in questa stagione, pone fine ad un digiuno esterno di punti che durava da oltre un mese, dall’exploit di Messina firmato dalle reti di Pozzebon e Barisic.

Un 2017 fino a questo momento deludente per la formazione rossazzurra, che ha visto minate la solidità difensiva e le certezze acquisite nel buon girone d’andata, caratterizzato da trentacinque punti effettivi sul campo (28 a causa della penalizzazione).

Solo quindici punti ottenuti fino a questo momento, quattro vittorie (Reggina, Matera, Messina e Francavilla) e tre pareggi (Fondi, Taranto e Vibonese) in tredici partite, che hanno fatto scemare l’entusiasmo attorno alla formazione etnea creando nuovi malumori in una piazza delusa ed arrabbiata per i disastri degli ultimi anni.

Il fattore “Massimino”, vero e proprio punto di forza degli etnei nella prima parte di stagione, è venuto un po’ a mancare, solo tre vittorie in sei gare, con i siciliani sconfitti tra le mura amiche da Melfi (fino a quel momento reduce da undici sconfitte di fila) e Foggia.

Il mercato di gennaio doveva portare un miglioramento sotto l’aspetto realizzativo, ma gli arrivi di Tavares e Pozzebon, dopo un inizio incoraggiante, non hanno sortito gli effetti desiderati, con un Catania sterile in avanti che ha visto,anzi, un peggioramento incredibile per quanto concerne la fase difensiva, con 14 reti incassate, più di uno a partita come media.

Involuzione totale, sia sul piano dei risultati che sul piano atletico, con i rossazzurri che sembrano faticare non poco, falcidiati da numerosi infortuni che andranno a condizionare senza ombra di dubbio il rush finale della stagione.

(Fonte foto: ilsussidiario.net)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Codice di verifica *