Calcio 5, oggi big match Augusta-Pesaro

Stasera al PalaJonio la Maritime capolista affronta l’Italservice Pesaro, seconda in campionato. Il ds Armellini: «Riportiamo ad Augusta una sfida scudetto»

 

1009755

Ci sono partite che si inseguono per anni, capaci di produrre attese ed entusiasmo. Il big match di stasera alle 20:30 al PalaJonio di Augusta è proprio una di queste gare. La capolista Maritime Augusta, in vetta insieme all’Acqua & Sapone vittoriosa nel weekend, riceve la seconda in campionato, l’Italservice Pesaro.

«Queste sono partite che, in ognuno di noi, producono adrenalina solo a parlarne – afferma il ds del Maritime, Giacomo Armellini.; quindi non oso pensare quale sarà l’atmosfera al Palajonio stasera. Siamo soddisfatti di aver riportato ad Augusta sfide scudetto, a soli tre stagioni dall’avvio del nostro progetto che è partito dalla Serie B. Dobbiamo considerare la gara contro il Pesaro un punto di partenza e non di arrivo. Per noi è una gara importante – prosegue – che ci farà comprendere a che livello ci possiamo collocare in questa fase del campionato, dove purtroppo arriviamo non al meglio delle condizioni a causa di infortuni di alcuni nostri giocatori fondamentali, che sicuramente non saranno della partita; sarà una partita molto sentita da tutto l’ambiente». 

Il direttore sportivo, Giacomo Armellini

Il direttore sportivo, Giacomo Armellini

Armellini prosegue e parte da un punto fermo: «Sono certo che sapremo affrontare questa partita con la giusta determinazione e l’adeguato agonismo, confermando quanto di buono abbiamo fatto fino ad oggi. Il ruolo del pubblico e dei nostri calorosissimi tifosi sarà anch’esso determinante – spiega Armellini – saranno il sesto uomo in campo e voglio sottolineare il ritorno di Franky, che per l’occasione sta preparando coreografie degne dell’importanza di questa gara».

Sarà anche una partita nella partita tra Polido e Colini, due tecnici di altissimo livello, bravissimi nel saper leggere tutte le fasi di gioco e che già in passato sono stati protagonisti di sfide epiche. «Colini non ha certo bisogno di presentazioni – prosegue il ds – Cosa temo di più? La sua esperienza, le sue qualità ed anche la sua personalità. Noi, però, guardiamo in casa nostra e siamo convinti di aver fatto la scelta giusta con coach Polido. È una partita che potrebbe essere decisa anche da piccoli dettagli, sfumature. Sono sicuro inoltre che assisteremo ad una conduzione arbitrale all’altezza della situazione – conclude».

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Codice di verifica *