C.I. Serie C, 0-0 tra Catania e Ternana. Agli umbri la finale

La voglia di mettercela tutta talvolta non basta. I rosso-azzurri non vanno oltre il pareggio contro i rosso-verdi e in virtù del risultato di andata devono abbandonare la competizione 

55

Il cuore non basta. I rosso-azzurri pareggiano in casa con la Ternana e abbandonano la competizione a pochi passi dalla Coppa.

PRIMO TEMPO
Per i ragazzi di Cristiano Lucarelli il cronometro gira in maniera asfissiante, e i due gol subiti a Terni nella partita di andata pesano come macigni sulle spalle degli etnei. Un buon Catania quello visto nel corso dei primi quarantacinque minuti, ma senza la rete per sbloccare il match non si va da nessuna parte. I padroni di casa ci provano prima con il solito Mazzarani, ma senza trovare fortuna e successivamente prima con Rizzo dalla lunga distanza e subito dopo con il nuovo acquisto Beleck, ma la difesa umbra si fa trovare preparata a respingere gli affondi dei rosso-azzurri. Vantaggiato lancia l’unico squillo del primo tempo per la propria squadra, ma anche Martinez si fa trovare pronto a respingere le incursioni avversarie. Primo tempo che si conclude con le due compagini che vanno al riposo sul parziale di parità ancora a reti inviolate.

SECONDO TEMPO
Serve la scossa in casa Catania per provare a compiere un’impresa e per andare alla caccia di quella finale contro la Juventus U23 per aggiudicarsi la possibilità di conquistare l’ultimo posto disponibile per la fase finale della griglia play-off. La ripresa sarà uguale al primo tempo sotto ogni aspetto. Sempre Di Molfetta prova a spingere e a trovare l’inserimento propositivo dalla fascia di sinistra cercando di ferire la Ternana, ma Tozzo si fa sempre trovare in procinto di respingere ogni insidia. Lucarelli si gioca la carta Barisic, ma il numero 17 non riesce a dare il proprio contributo alla squadra commettendo un errore dietro l’altro. Con le unghia e con i denti il Catania le prova tutte per riaprire il 2-0 dell’andata, ma la porta sembra stregata. Nel finale anche Curcio e Capanni vengono inseriti in campo per provare a ribaltare le sorti della doppia sfida, però la rete non arriva e la gara termina 0-0. Prima del triplice fischio il direttore di gara manda anticipatamente negli spogliatoi Silvestri per un brutto fallo di reazione ai danni di un avversario.
I rosso-verdi approdano in finale in virtù del punteggio maturato nella prima sfida e adesso in finale se la vedranno con i giovani bianconeri. Il Catania, invece, tornerà in campo contro la Reggina domenica al Massimino.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Codice di verifica *