BASKET: ALFA BASKET CATANIA SUPERATA DALLA HSC ROMA

In un PalaCatania gremito di tifosi, la squadra rossazzurra non riesce a cogliere il primo successo in Serie B. Coach Bianca: “La nota positiva è stata il pubblico, che ha riempito il palazzetto. Bene Nicolò Mazzoleni e Vincenzo Provenzani. C’è da lavorare molto e da migliorare in vista di Scauri”

Luciano Abramo (foto GIUSEPPE LAZZARA)

Esordio casalingo sfortunato per l’Alfa Basket Catania. Il quintetto rossazzurro non riesce a centrare la prima vittoria nel campionato di Serie B Old Wild West. Al PalaCatania, davanti ad un numeroso pubblico, la squadra allenata da coach Andrea Bianca lascia i due punti in palio alla Hsc Roma Stella Azzurra. Senza gli infortunati Luca Savoca e Totò Longo, i padroni di casa partono bene con un break iniziale di 4-0. La formazione capitolina aumenta l’intensità e passa a condurre la gara chiudendo, il primo parziale, in vantaggio per 24-17. L’Alfa ci mette il cuore, ma non basta. La difesa non riesce ad arginare Bruni (20 punti), Mouaha (17 punti) e Keller (13). All’intervallo lungo, la Stella Azzurra è a + 16 (29-45). Nel terzo quarto di gioco è Provenzani a suonare la carica. Positiva la prestazione dell’ex di turno, che alla fine realizza 23 punti (7 su 11 da due; 2 su 3 da tre). L’Alfa riduce lo svantaggio arrivando a -7 (42-49 per la Stella Azzurra). Il team di Bizzozi gestisce bene la palla e ricaccia indietro, nel punteggio, la squadra catanese arrivando, nel quarto periodo, ad un massimo vantaggio di + 19 (56-75). Nel finale c’è gloria per il giovanissimo alfista Nicolò Mazzoleni (classe 2001), che strappa applausi al pubblico con una tripla da urlo. La Stella Azzurra vince per 80-68. In casa Alfa ci si rimbocca le maniche. Domenica impegnativa trasferta sul campo di Scauri.

Vincenzo Provenzani a canestro contro la Roma Stella Azzurra (FOTO GIUSEPPE LAZZARA)

Il tecnico Andrea Bianca a fine gara commenta: “La partita ha dato dei segnali su cui dobbiamo riflettere e lavorare. Abbiamo avuto frenesia in attacco e commesso qualche svarione in difesa. La squadra ha reagito più volte cercando di avvicinarsi, nel punteggio, alla formazione avversaria. Siamo dispiaciuti per il risultato. La nota positiva è stata il pubblico, che ha riempito il palazzetto e la prestazione del giovane Nicolò Mazzoleni, catanese doc, che si è subito inserito ed è molto importante nel progetto a lungo termine ALFACUS. Bene anche Vincenzo Provenzani, uno degli Under su cui puntiamo tanto”.

Coach Bianca non ha dubbi: “Continuiamo ad avere percentuali basse nei tiri da fuori e dobbiamo migliorare nella costruzione dell’azione. Domenica a Scauri troveremo un’altra avversaria importante. Per noi tutte le partite sono come delle finali e bisogna viverle con la massima concentrazione”.  

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Codice di verifica *