Autunno all’Odeon in scena sabato 13 ottobre Pomice di fuoco

Il progetto della ri-apertura del teatro romano di Taormina è finanziato da Sensi Contemporanei ed è condiviso dalla Fondazione Taormina Arte Sicilia con il Parco Archeologico Naxos Taormina

locandina A3 13 ottobre bassa

Per il programma Autunno all’Odeon organizzato dalla Fondazione Taormina Arte Sicilia in scena il  13 ottobre nel meraviglioso angolo del teatro romano di Taormina il secondo appuntamento di teatro: Pomice di fuoco, Confessioni postume di Ignazio Buttitta del grande attore e regista Vincenzo Pirrotta. Uno spettacolo che racconta Ignazio Buttitta, per quello che è, e per quello che ha rappresentato per la Sicilia. Un ritratto forte della nostra terra povera e in mano alla criminalità organizzata ma anche e soprattutto una terra di odori, sapori, tradizioni e cultura. Temi come la povertà, la guerra, la politica, la rivoluzione, la natura, l’amore declinati dalla feroce dolcezza poetica di Buttitta e interpretati magistralmente dalla voce di Filippo Luna accompagnati da musiche originali e dal vivo da Alessio Bondì, due siciliani  che hanno portato la loro terra e la loro arte nel mondo.

Confessioni postume , come cita il  titolo dello spettacolo, quelle a cui assistiamo; nella rappresentazione c’è tutto , diversi gli spunti di riflessione nel monologo poetico che ci regala Luna. Alla sceneggiatura teatrale firmata Pirrotta si sommano le più importanti poesie del grande poeta bagherese “Lingua e dialetto” “Parru cu tia”, “Nun sugnu poeta” ed altre ancora. Versi che risuonano semplici come la pietra pomice  e forti, potenti, sempre vivi come il fuoco.

Il progetto della ri-apertura del teatro romano di Taormina è finanziato da Sensi Contemporanei ed è condiviso dalla Fondazione Taormina Arte Sicilia con il Parco Archeologico Naxos Taormina. La finalità del progetto è  di valorizzare un importante sito archeologico favorendone la  sua fruizione ai numerosi turisti presenti nel territorio grazie a spettacoli di nicchia e di grande qualità che realizzano una concreta azione di promozione culturale.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Codice di verifica *