Atmosfera naif con Malika Ayane al Teatro Metropolitan di Catania

La calda voce di Malika Ayane ha regalato forti emozioni alla città etnea.

Già l’assembramento di un grande pubblico all’ingresso del teatro ha fatto intuire che sarebbe stata una bellissima serata musicale, quella proposta da Malika Ayane, al Metropolitan di Catania, la sera del 27 Novembre scorso.

Tantissimi gli affezionati sostenitori e folti gruppi di Fan Club, che hanno atteso per diverso tempo prima dell’apertura delle porte del teatro.

E l’attesa ha avuto un meritatissimo riscontro in un bellissimo concerto, offerto da Malika Ayane, i suoi nove elementi dell’Orchestra, ai quali vanno aggiunti anche quattro bravissimi danzatori.

Simpatica la formula del concerto stesso, che ha creato già da subito un ottimo filo conduttore tra Malika e  il suo Pubblico.

Malika ha iniziato con “Blu”, proseguito con “Tre Cose”, “Tempesta” e poi altri otto pezzi, tutti sempre molto suggestivi, accompagnata dalle coreografie dei danzatori e dagli effetti scenici, davvero spettacolari, come la catena di anelli che, scesa dall’alto, l’ha come racchiusa in una specie di “gabbia protettiva”, luminosa. Si  potevano apprezzare pure degli effetti luce davvero spettacolari.

E fino a “T & C “, il concerto è proseguito nell’ordinario succedersi di brani, con pochissimo spazio di tempo tra uno e l’altro.

Poi tutto è cominciato a cambiare e Malika si è divertita a giocare con il pubblico, coinvolgendolo in una divertente partita a indovinello: dopo aver battuto un enorme martello su un “pulsante” apparentemente collegato ad una “Ruota della Fortuna” , questa si arrestava indicando il titolo di una canzone che poi Malika avrebbe cantato.

Il “gioco con il pubblico” è proseguito per otto brani, tra cui il famoso “Come Foglie” che Malika Ayane portò alla prima partecipazione del 2009, del Festival di Sanremo, nella Categoria Giovani, piazzandosi al secondo posto. Ricordiamo che sono seguite altre tre partecipazioni al Festival di Sanremo, questa volta tra i “big” e sempre con risultati più che soddisfacenti, infatti nel 2010, vincendo il Premio della Critica del Festival della canzone italiana “Mia Martini” nella categoria Artisti con la canzone “Ricomincio da Qui, scatenando la rivolta dell’orchestra che stracciò platealmente gli spartiti in contestazione del televoto che escluse Malika dalla finale. Nel 2013 con il singolo “E se poi”. Infine nel 2015 dove arriva terza con Adesso e qui (nostalgico presente), che le permette di conquistare per la seconda volta il Premio della Critica.

La serata è quindi proseguita con il susseguirsi di altri quattro brani, come “Non Detto”, “Chiedimi Se”, “Senza Fare sul Serio” e “Adesso e Qui”, appunto, dal Sanremo 2015, più i bis concessi al pubblico, che li ha reclamati a gran voce.

Dando un occhiata alla biografia della cantante, si può certo osservare come la sua attività, iniziata nel 1995, sia stata un percorso artistico molto interessante, con una formazione musicale iniziata con lo studio di violoncello, proseguita poi nel Coro delle Voci Bianche della Scala, diventando solista e in seguito prescelta da Riccardo Muti per un “Mac Beth”. E quindi un continuo progredire, tra successi e formule varie di canto e di esibizioni, con un grande numero di collaborazioni assieme ad Artisti molto noti, un racconto della sua carriera, insomma, che richiederebbero davvero molto spazio e che, per poter conoscere meglio e con maggiore dovizia di dati, consiglierei di andare, come sempre, a consultare il suo Sito Ufficiale http://www.malikaayane.com/  trovando anche le date e le location delle prossime tappe del suo “Naif Tour”.

Per avere qualche “colpo d’occhio”, invece, sull’atmosfera proposta al pubblico, nella serata qui descritta, del 27 Novembre scorso, presso Teatro Metropolitan di Catania, suggerirei uno sguardo alla gallery con gli scatti realizzati nel corso del concerto.

 

Ecco la galleria fotografica del concerto di Malika Ayane:

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Codice di verifica *