Associazione Soroptimist: Concluso Gemellaggio Internazionale fra i due club di Catania e Nizza Costa Azzurra

Un vero gemellaggio di Fede e di Amore finalizzato ad operare attraverso progetti diretti al miglioramento della condizione femminile, alla salvaguardia dei diritti umani, delle diversità e della Pace”.

 

 Si è appena concluso il Gemellaggio Internazionale fra i due Club di Catania e Nizza Costa Azzurra, un incontro imperniato sui valori fondanti dell’Associazione del Soroptimist e che ha visto impegnati per 3 giorni la presidente del Club catanese, Licia Aresco Sciuto, unitamente al direttivo e a tutto il club, in incontri con la delegazione francese di Nizza, presidente la dinamica Katherine Fleury.

Un progetto iniziato in sordina dalla Presidente Licia Aresco, in occasione di un suo incontro, a Nizza,  con alcune Socie del Soroptimist di Nice Azur.

Immediata l’empatia tra le due Presidenti, che ha contagiato tutte le Socie dei rispettivi Club e ha posto le basi per un protocollo di Gemellaggio internazionale, ipotizzando un iter che vedeva, in un primo tempo, il Club Nizzardo venire a Catania, per poi ricambiare la visita a Nizza, a fine primavera. 

Ottenuto il placet dalla Sede Centrale del Soroptimist, le due Presidenti hanno fissato la prima data a Catania, in coincidenza della festività Agatina. E non poteva esserci scelta migliore, perché così la delegazione Nizzarda ha potuto godere di questa eccezionale opportunità.
Le Socie Catanesi, infatti, sono state delle eccellenti anfitrioni, introducendo le “ sorelle “ francesi nel folclore e nelle più  antiche tradizioni, facendo loro scoprire i nostri tesori artistici e attenzionandoli con quel grande senso di ospitalità, che è proprio di noi Siciliani.

Nelle prestigiose sale del Circolo Unione di Catania, la formalizzazione del progetto è stata celebrata alla presenza della Presidente Nazionale del Soroptimist, Anna Maria Isastia, dell’assessore Angela Mazzola, in rappresentanza del Sindaco e del console Onorario di Francia, Ferdinando Testoni-Blasco.

In questa occasione la presidente catanese ha evidenziato la “ratio” di questo gemellaggio, affermando che le due città hanno molto in comune: le coste, la Plaia e la Promenade des Anglais; i monti, l’Etna e l’Esterel; i due fiumi, Simeto e Amenano a Catania, Var e Paillon a Nizza; l’antica tradizione Universitaria; le due Patrone, Sant’Agata e Santa Reparata, entrambe giovinette martirizzate nello stesso anno, 251 d.C.: “un vero gemellaggio di Fede e di Amore – ha continuato Licia Aresco – finalizzato ad operare attraverso progetti diretti al miglioramento della condizione femminile, alla salvaguardia dei diritti umani, delle diversità e della Pace”.

Ed è con questo spirito che le Socie dei due Club si gemellano, “non solo per promuovere l’amicizia, ma, soprattutto, per confrontarsi in idee e progetti concretamente“.

La Presidente Katherine Fleury, prendendo la parola, ha calorosamente ringraziato Licia Aresco per avere ideato e programmato con tanto impegno ed entusiasmo il gemellaggio, ed ha concluso invitando tutte le Socie ad un incontro nizzardo, a giugno, per rinsaldare questo bel rapporto fra i due Club, cercando di ricambiarne l’affettuosa, attenta ed impegnativa ospitalità.

In questi 3 giorni, scelti anche, per far conoscere alla delegazione nizzarda gli aspetti liturgici, l’espressione di Fede ed il folclore della Festa Agatina, gli ospiti hanno avuto modo, inoltre, di ammirare la ricchezza ambientale e culturale delle nostre coste, da Acireale a Siracusa, promuovendo, così, il ricordo di un ricco bagaglio di esperienze culturale da trasmettere a quanti non hanno avuto la possibilità di venire a Catania.

A conclusione, le due Presidenti, soddisfatte per il loro reciproco impegno, si sono ripromesse, a nome di tutte le Socie dei rispettivi Club, di dare fattiva continuità a quanto sottoscritto nel protocollo del gemellaggio.

 
 
 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Codice di verifica *