ANTONELLA RUGGIERO al QUBBA di Catania per DISCORING

ANTONELLA RUGGIERO al QUBBA per DISCORING
Live Report con la ‘Voce’ che insegna a sognare. 
MA / Qubba, Catania 4 Luglio 2015 

Tra i tantissimi Eventi Musicali che vengono organizzati nella zona Catanese e non solo, Discoring, che porta ad un pubblico sempre numeroso ed affezionato, quello del MA, in questo caso nella sua sede estiva, denominato “QUBBA”, location veramente suggestiva di una vecchia masseria, in cui sono ancora presenti quei preziosissimi strumenti per la produzione del vino e, perché no, anche dell’olio, vista la presenza, tutt’ora, di bellissimi uliveti, porta, dicevo, Musicisti di spicco, Nazionali e Stranieri.

Per andare a conoscere l’interessantissimo programma di Eventi Musicali, bello pronto per chi amasse trascorrere bellissime serate musicali, basterà quindi andare sulla pagina di facebook del MA e/o del Qubba e ne sarà sicuramente ingolosito.

La gentilissima titolare della Location, Manuela Guglielmino, in perfetta “complicità” e sintonia con la giornalista Eva Spampinato, hanno saputo organizzare un “menù estivo” di “succulenze musicali” di sicura attrazione, tra le quali quella vissuta proprio sabato 4 Luglio scorso, con un personaggio davvero tra i più importanti, nella Canzone Italiana, ossia la VOCE, Antonella Ruggiero.

Onestamente non mi sarei immaginato di riuscire ad avere, come in questo caso per Globus Magazine / Radio Station e Web TV, la possibilità di porle quelle domande che il suo personaggio mi hanno da sempre suggerito.

Invece, eccomi, questa volta, nelle condizioni di avvicinarla e potergliele proporre, grazie al team giornalistico di Globus Magazine Network.

Per prima cosa, però, mi sono ben bene  “rinfrescato” un attimino la memoria, anche perché, parlando di Antonella Ruggiero non si deve parlare solo dei suoi trascorsi, le sue canzoni, con i Matia Bazar, capitolo della sua veramente grande carriera ormai chiuso, così pare, ma anche delle sue grandi esperienze musicali vissute sia in Italia, che all’estero e che spaziano tra moltissimi Generi Musicali, che so, dalla Musica Polifonica, all’Ethno, al Religioso (indimenticabile, per me, la sua versione dell’Ave Maria di Gounod), oppure come un grande lavoro discografico intitolato “Luna Crescente – Sacrarmonia” , per passare alla Musica Classica (altro brano da pelle d’oca “Aria sulla Quarta Corda”) e tanto altro ancora, come pezzi importanti dei Musicals di Gershwin, Porter e, da non trascurare, ovviamente, un paio di importanti lavori realizzati con Ennio Morricone.

In generale… un repertorio, amici, davvero molto esteso, che per ragioni di spazio ho molto sintetizzato, ma che potrete conoscere nei maggiori dettagli “visitando” le sue biografie sia nel suo sito, sia su qualsiasi motore di ricerca del web, proprio come ho fatto io, Facebook compreso.

Sapete, quando si incontrano personaggi di questo tipo, si tenderebbe a tenerseli vicini e ben stretti, per conoscere della loro viva voce e addirittura per ore, le loro interessantissime esperienze.

Logicamente, dovendo di lì a poco prendere il via il concerto, realizzato con la sua voce ed il pianoforte, suonato dal Maestro Mark Baldwin Harris, ho dovuto ovviamente restare in tempi adeguatamente più ristretti…

L’intervista di Renato Garbin 

Antonella è stata disponibilissima a rispondere alle domande di Renato Garbin per Globus Magazine Network (GM), anche se ha scelto di non essere ripresa nel corso dell’intervista, optando per una registrazione, di seguito trascritta:

GM – Ciao, Antonella e benvenuta al microfono di Globus Magazine. Ci troviamo al Qubba, bellissima location, sede estiva del locale MA di Catania e sono davvero lieto di poterti fare alcune domande prima di salire sul palco per questo tuo live. La prima è questa: Il rapporto che ha Antonella Ruggiero con questa Isola, la Sicilia, questa zona, in generale, del Catanese, che viene riconosciuta come una zona ad alta densità artistica, in tutti i sensi a cui si può associare il termine “artistico”…

Antonella  – Beh, ripeto quello che già tu hai detto, nel senso che la Sicilia è uno scrigno preziosissimo, ricco di ogni cosa, ogni bellezza, ogni possibilità, per un turista che vi arrivi, di ripercorrere la Storia di secoli, oltre a trovare una bellissima Natura, è veramente meravigliosa, con la sua Musica, poi… insomma, non manca proprio nulla, sotto questo aspetto è davvero straordinaria…

GM – Io dispongo di una tua biografia che partirebbe dal 1989, però penso che Antonella Ruggiero non abbia cominciato la sua carriera solo da quell’anno, come hai realmente cominciato, come hai avuto lo stimolo per cominciare questa tua splendida carriera artistica?

Antonella  – Ho iniziato con quelli che erano i mio Gruppo, con i Matia Bazar, eravamo tutti giovanissimi e con una grande voglia di provare a fare Musica, muovendoci, lavorando subito dal vivo e venendo qui in Sicilia. Le nostre prime date sono state proprio qui in Sicilia, una Sicilia profondamente diversa. Ora la Sicilia è molto diversa, molto più simile a tutto il resto del mondo, insomma, molto occidentale e moderna sotto tutti i punti di vista, nonostante la sua Cultura risalente a tempi antichissimi… Ho iniziato così, accorgendomi che la Musica non era solo un lavoro, ma un’opportunità meravigliosa…

GM – Sempre nella tua biografia ho letto di una grande varietà di esperienze vissute, hai attraversato molti generi musicali, passando dalla Musica Classica…Per esempio con la tua fantastica versione di “Aria sulla Quarta Corda”, che mi ha veramente affascinato, ma anche con la Musica cosiddetta Sacra, con quell’Ave Maria di Gounod, ad esempio, veramente bellissima, ma anche sperimentazioni di musica Ethno, grazie anche ai tuoi continui viaggi e tanto altro…Manca ancora qualcosa da sperimentare, ad Antonella Ruggiero?

Antonella  – Beh, la Musica è un pianeta tanto vasto, ci sono ancora tante cose, volendo…tante cose da vedere, frequentare, meravigliose, da non farti adagiare su una routine, che quando si tratta di Musica diventa qualcosa di deleterio, insomma… Poi c’è sempre la possibilità di conoscere e confrontarsi con sempre musicisti diversi, che provengono da diverse realtà musicali, percorsi diversi, insomma, lo sappiamo, la Musica è talmente grande…

GM – Tra le esperienze che potresti provare, non ti potrebbe attrarre, ad esempio, associando la tua bellissima vocalità, il Metal Gotico, oppure anche il Metal Sinfonico, non ti piacciono, questi generi?

Antonella – Perché no? Dipenderebbe più che altro dal gruppo musicale, dagli artisti con cui avrei a che fare e chi lo sa? Tutto è possibile, volendo…

GM – E con il Jazz ?…

Antonella – Ma come no, ne faccio tantissimo, di Jazz…

GM –  Concludo con una domanda forse un po’ curiosa, se non insidiosa, chissà… E se ti proponessero di fare il giudice ad un Talent Show, accetteresti, ti piacerebbe o preferisci non entrare in questi “meccanismi”? …

Antonella  – No, non sono interessata proprio a questo genere di “meccanismo”, anche perché dare dei giudizi non positivi ad un ragazzo o una ragazza che vanno lì con tanta voglia di proporsi è brutto, molto brutto, quindi evito assolutamente di partecipare a cose del genere…

GM – E con questa concludo perché sta per iniziare il concerto. Ci incontreremo in altre chiacchierate approfondite, magari in qualche live con una Band, una formazione completa, mentre stasera siamo in versione acustica, accompagnata dal pianoforte con  il grande Mark Baldwin Harris. Grazie per la tua gentilissima disponibilità, e per le tante foto che ci hai concesso.

 Tante le foto scattate nel corso della serata piena di ospiti importanti, Roberto Colombo, noto tastierista, arrangiatore e Produttore Discografico, marito di Antonella Ruggiero, che sentiremo intervistato dal nostro Editore Enzo Stroscio in video, a cui si unisce simpaticamente alla posa di gruppo. Abbiamo sentito Eva Spampinato, attivissima animatrice di Mae Qubba che ancora una volta, dopo Francesco Baccini, ci ha dato l’opportunità di raccogliere qualche commento da parte di una grande Artista, come, appunto, Antonella Ruggiero, e poi il pianista Antonello Tonna 
.. ecco in video le interviste! 

Clic! Clic!… E mentre ci scattano le foto di rito, con Enzo Stroscio, vi auguriamo un arrivederci alla prossima occasione, cari amici di Globus Magazine!…

Lascio Antonella Ruggiero, poco più tardi, sul palco del Qubba, dopo alcune riprese per il video e alcuni scatti fotografici, di corredo a questo Live Report, mentre propone al pubblico presente, assiepato, pressato, sotto il palco, i suoi brani più noti, come “Solo Tu”, “Vacanze Romane” e tanti altri, che il pubblico ha cantato in coro con lei…
Serata meravigliosa…

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Codice di verifica *