All’Istituto Alberghiero “Karol Wojtyla” di Catania si discute di sicurezza alimentare

Sicurezza alimentare e sul posto di lavoro nel settore agroalimentare, promosso dalla Polizia di Stato.

Nell’Aula Magna dell’Istituto Alberghiero “Wojtyla” di Catania, è stato promosso, da personale dell’U.P.G.S.P. (Polizia di Stato) della locale Questura, il tema della Sicurezza Alimentare e della Sicurezza nei luoghi di lavoro.

Argomento che in questi giorni proprio nella nostra città di Catania ha riscosso un’elevata attenzione da parte dei consumatori, viste anche le ultime dichiarazioni dell’Agenzia per la ricerca sul cancro (Iarc) per il potenziale rischio dell’assiduo consumo di carne e di concerto con l’inesauribile impegno della task force della Polizia di Stato incentivata con l’attuale Questore Cardona, per i controlli nel settore agroalimentare che fino a qualche giorno addietro hanno sortito effetti con sanzioni elevatissime per i gestori delle attività di ristorazione e somministrazione di alimenti e bevande.

L’incontro principalmente ha permesso ai futuri O.S.A. (operatori del settore alimentare) di far conoscere il tema principale della legislazione alimentare, rappresentato dal Dott. Busacca Comm. Capo dell’U.P.G.S.P. Mentre in ambito tecnico scientifico è stato il Dott. Fioriglio operatore delle volanti a smorzare l’allarmismo sulla pericolosità dell’assunzione della carne rossa e lavorate, mostrando tecnicamente e con dati scientifici in visione, come in effetti possono essere altri gli alimenti che comunemente possono attentare alla salute del consumatore, successivamente si è mirato principalmente ad indicare agli studenti le normative riguardanti le corrette condotte igienico sanitarie da mantenere secondo le cogenti normative comunitarie, in modo da non incorrere in sanzioni. Inoltre si è ancora una volta ripreso il tema della tracciabilità alimentare evidenziando anche la recente regolamentazione n. 1169/2011 entrata in vigore lo scorso 13 dicembre.

Alla fine delle due giornate condotte con successo e significative, gli studenti hanno compilato un test di verifica di apprendimento, che ha posto l’accento sulla salute e sicurezza nei luoghi di lavoro, approfondimenti sull’art. 17 del testo unico sulla sicurezza, il datore di lavoro che designa il Responsabile del servizio di prevenzione/protezione e provvede affinché ciascun operatore riceva un’adeguata informazione sui rischi e pericoli per la salute e sicurezza sul lavoro, esistenti all’interno del luogo dove svolge l’attività.

L’incontro si è svolto in due sessioni, la prima ha posto l’accento sulla corretta e sana alimentazione, la seconda sicurezza nei posti di lavoro con argomentazione giuridica, entrambe condotte in maniera chiara ed esaustiva da Fioriglio. Gli studenti hanno risposto positivamente con riflessive domande, per capire cosa li aspetta fuori la scuola, informazioni utili per un futuro inserimento nel mondo del lavoro, come sottolinea con incisività il Dirigente Scolastico Daniela Di Piazza. L’approfondimento continua in questi giorni anche nel plesso di via Anfuso, poiché il cibo è equilibrio per il corpo con un impatto sull’ambiente e sulla salute.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Codice di verifica *