All’età di 82 anni moriva il pittore Francisco Goya

Anniversario della morte del celebre pittore spagnolo Francisco Goya. Autore di molte opere importanti, esposte al Museo del Prado di Madrid

download

Francisco José de Goya y Lucientes fu un famoso ed importante pittore e incisore spagnolo. Nacque nel 1746 a Fuendetodos, un piccolo comune spagnolo della comunità autonoma di Aragona. Quando ebbe 4 anni, se ne andò dalla propria città natale e si trasferì con la famiglia vicino il comune di Saragozza. Francisco frequentò il collegio delle Scuole Pie dei Padri Scolopi e mostrò sin da subito interesse per la pittura, che in seguito diventò il suo più potente cavallo di battaglia.

All’età di 17 anni, si trasferì a Madrid dove proseguì con i suoi studi e passioni e tentò di iscriversi per ben due volte all’Accademia di Belle Arti, in cui non riuscì ad essere ammesso. Dopo una permanenza di 6 anni a Madrid, decise nuovamente di partire e si recò a Roma, passando prima da Torino, Milano e Pavia. A Roma, Goya, conobbe Giovan Battista Piranesi un incisore italiano. Da lì si ispirò anche alle opere di Johann Heinrich Füssli, Hubert Robert e Salvador Rosa. Il suo successo iniziò quando fu incaricato di decorare a fresco la Cappella di Nuestra Señora del Pilar a Saragozza, dove la corte madrilena si accorse delle sue qualità. Quando iniziò a lavorare nella Real Fabrica de Tapices  de Santa Barbara produsse oltre 60 cartoni per le Arezzerie Reali, per i quali impiegò 18 anni.

Durante la sua vita, dipinse numerosissime tele e i temi principali delle sue opere, riguardano scene violente e criminali e alcune delle più celebri sono: il 2 e il 3 maggio 1808 che raffigurano la resistenza delle truppe madrilene all’esercito francese durante la guerra di indipendenza spagnola, il ritratto della Duchessa De Alba in nero che raffigura la vedova Duchessa De Alba vestita di nero, la maja vestida y la maja desnuda che raffigura una donna in una posa particolare, sia in versione vestita che in versione nuda, il Colosso che raffigura il popolo che fugge da un pericolo mortale, la famiglia di Carlo IV  un ritratto rappresentante la famiglia reale spagnola, Saturno che divora i suoi figli che raffigura un soggetto mitologico ovvero Saturno che divora i suoi figli appena nati, il sonno della ragione genera mostri che raffigura un uomo sprofondato nel sonno con la testa poggia al lato su un tavolo. La tecnica più usata nelle opere di Goya, è olio su tela e tutte le tele dell’artista sono esposte al Museo del Prado di Madrid. Goya morì a Bordeaux (dove si era rifugiato a causa dello scoppio della Rivoluzione), nel 1828 all’età di 82 anni, a causa di un ictus.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Codice di verifica *