Allerta hacker telefonico: “Wangiri” in azione!

Un nuovo modo per spillare soldi ai disattenti: non richiamate numeri sconosciuti. 

Attenzione alle chiamate ricevute da numeri sconosciuti!

Allarme rosso! Il fenomeno “Wangiri” o “Ping Call” è dilagante. Si tratta della nuova – forse non troppo! – truffa telefonica che sta spopolando in Lazio e Lombardia e adesso anche in Sicilia.

Quante volte vi capita di trovare sul display del vostro cellulare delle chiamate senza risposta da numeri sconosciuti e di richiamare, convinti possa essere qualcosa di importante?

Beh, adesso è arrivato il momento di non richiamare più!

Questa nuova trovata hacker, proveniente dalla Moldavia, attacca i tabulati telefonici.

Funziona in questo modo: la vittima riceve una telefonata, che dura pochissimi secondi, da un numero avente prefisso 373, ovvero quello moldavo. Lo scopo dei truffatori è quello di farsi richiamare in modo che, all’avvio della telefonata, verranno addebitati €1.50 ogni 10 secondi.

Il malcapitato sentirà suoni confusi, che lo indurranno istintivamente a cercare di capire chi si celi dall’altra parte della cornetta senza ottenere successo, ma solo un istantaneo e salato impoverimento del proprio credito telefonico.

Questi “accreditati truffatori” sono, oltretutto, ben forniti di valida strumentazione di supporto per la messa in opera di queste truffe. Infatti, dispongono di un server capace di contattare “contemporaneamente” migliaia di numeri telefonici casuali in tutto il mondo.

La questura di Vicenza, una delle zone italiane più colpite da questo “fenomeno-truffa telefonico”, sulla propria pagina facebook ha già pubblicato numerosi post per la sensibilizzazione al problema.

Dovesse capitare anche a voi, state attenti a non richiamare! Chi sarà davvero interessato a comunicare con voi (e non a frodarvi!), certamente vi ricontatterà.

Qualora, invece, siate stati già colpiti da questa frode, per riavere i soldi sottratti dovrete procedere con una vera e propria denuncia, che comporterà inevitabili tempi burocratici e passaggi lunghi, che si possono perfettamente evitare per sconfiggere la piaga sociale.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Codice di verifica *