Al Teatro Fellini in scena “Un siciliano a Parigi”

Nell'ambito del cartellone allestito dall'associazione culturale Woodstock, diretta da Donata Indaco, andrà in scena il 9 e 10 gennaio la commedia "Un siciliano a Parigi", ispirata al noto testo francese "Il sistema Ribadier"

 

Le “corna” rappresentano uno degli ingredienti fondamentali di tante trame teatrali. Il tradimento, i sotterfugi, gli inganni tra marito e moglie costituiscono terreno fertile attorno al quale gli autori di tutti i tempi si sono sempre dilettati a buttare giù divertenti testi. “Il sistema Ribadier”, datato 1892, rappresenta, senza tema di smentita, una delle opere meglio riuscite e più apprezzate: briosa, divertente, frizzante.

L'associazione culturale Woodstock, diretta da Donata Indaco, nell’ambito del cartellone allestito al teatro Fellini di Catania, proporrà sabato 9, con doppio spettacolo alle ore 17.30 e 21.15, e domenica 10, alle ore 17.15, “Un siciliano a Parigi”, con la regia di Giovanni Puglisi, pièce ispirata proprio al noto testo francese. Un classico del teatro “leggero” dei nostri tempi: l’irresistibile e sempre stuzzicante meccanismo dell’adulterio, mal celato o, addirittura, scoperto; gli intrighi per gabbare il marito o la moglie traditi, gli “equilibrismi” adottati per mantenere in vita le tresche amorose, anche a costo di menzogne paradossali. Ecco la ricetta che, in ogni tempo, ha appassionato e divertito generazioni di spettatori con il protagonista, Ribadier, che ha escogitato un “infallibile” metodo per mettere in atto i suoi piani fedifraghi. A destabilizzare i precari equilibri del mènage familiare ci pensa Aristide Tommereux, siciliano sbarcato a Parigi per inseguire la sua vecchia fiamma, e il vinaio Savinet, marito consapevolmente “cornuto”. Cast composto dallo stesso regista Puglisi e da Alba La Rosa, Tino Mazzaglia, Gianni Sciuto, Francesca Barresi e Toti Finocchiaro. Scene realizzate dalla ditta Balsamo, costumi curati dalla Costumeria Indelicato. La compagnia ha, inoltre, prorogato la campagna abbonamenti: è ancora possibile sottoscrivere l'abbonamento per assistere ai prossimi quattro spettacoli in programma. 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Codice di verifica *