Al Museo Nazionale della Scienza e della Tecnologia a “Tu per tu con la ricerca”

La sicurezza alimentare e le risorse ambientali con il CNR. I ricercatori incontrano i visitatori e dialogano sui temi delle loro ricerche attraverso le attività nei laboratori del Museo. Weekend 20-21 e 27-28 febbraio appuntamenti per adulti e famiglie.
Lunedì 22 e 29 febbraio incontri per le scuole superiori.
HACCP

Come la scienza può aiutare ad avere cibi più sani e di qualità? In che modo le tecnologie possono garantire la sicurezza e smascherare le frodi in campo alimentare? Come si possono trasformare le acque di scarto in una risorsa o migliorare le coltivazioni grazie alla matematica e alle immagini satellitari? I ricercatori del Consiglio Nazionale delle ricerche incontrano i visitatori del Museo per dialogare sui temi della ricerca in campo agro-alimentare e ambientale. Le attività sperimentali nei laboratori e l’esposizione interattiva #FoodPeople, insieme alla novità dello speed dating fra ricercatori e studenti, sono gli strumenti progettati dal Museo per coinvolgere attivamente i visitatori in un confronto informale con i ricercatori del CNR. I ricercatori si mettono in gioco in prima persona e in modo nuovo riconoscendo il valore del coinvolgimento del pubblico.
Gli appuntamenti sono distribuiti per gli adulti e le famiglie nei fine settimana 20-21 febbraio e 27-28 febbraio e per gli studenti delle scuole superiori nei lunedì 22 e 29 febbraio. Sabato 20 e domenica 21 le attività nei laboratori con i ricercatori saranno dedicate alla sicurezza alimentare mentre sabato 27 e domenica 28 alle risorse ambientali.
Per le classi, le attività nei laboratori con i ricercatori riprenderanno le stesse tematiche. A queste si aggiungerà la modalità innovativa dello speed dating: gli studenti, divisi in piccoli gruppi, avranno a disposizione per 3 volte 10 minuti in cui dialogare con un diverso ricercatore. Lo scopo è duplice: rappresentare in modo informale e personale la ricerca svolta dal CNR e creare un contesto favorevole al confronto fra i ricercatori e gli studenti.
Circa 1250 persone nel complesso potranno partecipare alle diverse attività che coinvolgeranno più di 15 ricercatori.

grano
L’iniziativa A tu per tu con la ricerca – La sicurezza alimentare e le risorse ambientali con il CNR è realizzata nel quadro del progetto “Spazi Espositivi per la Ricerca – Padiglione Italia EXPO2015”, sviluppato nell’ambito dell’Accordo Quadro Regione Lombardia – CNR, e realizzato con la compartecipazione di Unioncamere Lombardia. Il progetto ha avuto e ha l’obiettivo di valorizzare le eccellenze lombarde nel campo della ricerca e innovazione nei settori agroalimentare e ambiente, sia durante i sei mesi dell’esposizione universale Expo Milano 2015 che nel post Expo, promuovendo la diffusione dei risultati della ricerche e la conoscenza delle innovazioni prodotte in questi settori. L’iniziativa A tu per tu con la ricerca – La sicurezza alimentare e le risorse ambientali con il CNR, sviluppata dal Museo Nazionale della Scienza e della Tecnologia di Milano e dal CNR in collaborazione con Regione Lombardia, si inserisce tra le attività di approfondimento e di sensibilizzazione sulle sfide future della ricerca e dell’innovazione in ambito di sicurezza alimentare e di gestione delle risorse ambientali, promosse nell’ambito del progetto.
Luca Del Gobbo, Assessore all’Università, Ricerca e Open Innovation della Regione Lombardia dichiara: “La ricerca e lo sviluppo innovativo sono settori strategici e trasversali, che possono arrivare ad abbracciare ogni aspetto del nostro vivere quotidiano. La scienza raggiunge il suo obiettivo più elevato se non perde di vista la sua mission principale: migliorare la qualità della vita del cittadino, a partire dall’ambito della sicurezza alimentare. Fare sì che tutto il cibo sia sicuro non è un’impresa semplice. Ma oggi è concretamente possibile ripensare ai modelli di produzione alimentare in chiave di food safety e food security. Iniziative come questa vanno proprio nella direzione giusta: diffondere la cultura della produzione alimentare sostenibile e della lotta allo spreco, intervenendo sul ciclo produttivo, dalla coltivazione fino alla distribuzione”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Codice di verifica *