Al Mamo Center di Roma torna Nice Talent Show 2020, il Talent di Nicoletta Costantino

Con successo e per il secondo anno consecutivo, al Mamo Center di Roma, zona via Salaria, è ritornato il Talent Show di Nicoletta Costantino organizzato dalla nota discoteca Nice e sponsorizzato dalla regione Lazio. Spettacolo condotto dalla soubrette di Domenica In, la bellissima Daniela Parrozzani.  WhatsApp Image 2020-10-06 at 10.28.11

Un'esibizione estemporanea di arti varie. Il Nice Talent Show di Nicoletta Costantino può dirsi una grande festa dell'arte e della musica.

Lo spettacolo ricalca la fortunata linea del format degli anni 80-90, che si faceva proprio al Talent Scout, noto locale romano che lancio il primo talent show live nella storia dello spettacolo radio-televisivo. La conduzione è stata affidata a Daniela Parrozzani, affermata soubrette di Domenica In.

Noi di Globus abbiamo sentito una raggiante Nicoletta 'Nico' Costantino. 

Il Lupo perde il pelo ma non il vizio? "E chi lo perde il vizio! Sto dietro al progetto praticamente da sempre. Questa nuova produzione sfrutta tantissimo il vecchio e fortunato format, il Talent Show che ebbe un grande successo di pubblico, oltre a lanciare molti artisti, oggi noti, come Tosca, Palatresi, Max Tortora, Dado, Massimo Bagnato, che ebbe la sua massima espressione artistica a Domenica In nel 91-92. Infatti proprio Pippo Baudo si innamorò di tutto lo spettacolo e inserì Bagnato come protagonista di ben 30 puntate".

Tutto quindi nasce dal format e dagli ospiti presenti. "Assolutamente sì! Star internazionali e nazionali venivano ospitate e accompagnate dal vivo da bravissimi musicisti, e che arricchivano la presenza di giovani talenti che non avevano mai calcato il palco, creando uno spettacolo di freschezza e gioiosità. Perfino Tina Turner, Gino Vannelli e altri miti si divertirono ad improvvisare insieme a quei giovani talenti per la gioia di Pippo Baudo che aveva dato grande spazio al gruppo e alle sue improvvisazioni".

Nico, ma tu credi ancora nei talent? "Il mio pensiero è che talenti ce ne sono tanti ma perlopiù finiscono nel tritacarne di show televisivi che li utilizzano e li bruciano al tempo stesso. Basta partecipare ad un talent per poi non interessare più a nessuno. Infatti sono sempre pochi i veri talenti usciti da manifestazioni di questo genere. Sono appena 20 anni che esistono questi spettacoli televisivi e mi sento un pò responsabile per aver inventato questa strana - per allora - parola: Talent Scout Show!  Sobrietà e sopratutto una formula lineare contro quella più grottesca di Corrado che in linea di massima prendeva in giro la gente".

WhatsApp Image 2020-10-06 at 10.28.11 (1)Tu sei stata precursore anche per eventi televisivi che hanno fatto il successo di tanti personaggi nascenti dello spettacolo. E proprio da casa Tua partirono tante idee vincenti. "Sono fiera e orgogliosa di questo. Io avevo fatto un palcoscenico che assomigliava al mio salotto di casa, frequentato dai ragazzi irresistibili di allora: Arbore, Boncompagni, Bracardi, Marenco. Noi suonavamo jazz e poi si "cazzeggiava" e chi sapeva fare qualcosa di simpatico era il benvenuto. Il talent-scout nacque proprio così, con questo palco-salotto su cui venivano a suonare tutti, da Piero Angela a Gino Paoli e perfino Carosone, che non aveva mai suonato a casa di nessuno e poi tanti giovani talenti attirati da questa ammucchiata di addetti ai lavori dello spettacolo. Molti di loro trovarono poi la strada del successo. Proprio così!".

Come finisce questa nuova avventura?  "Certamente bene, vista l'aria coviddiana che tira. Comunque noi continuiamo col Talent Show per tutto ottobre all'Arena Farnesina, un ristorante all'aperto gestito da Andy Luotto (ormai non più l'arabo di arboriana memoria), un grande spazio vicino a Ponte Milvio, con un bel palco attrezzato. La band che utilizzo è una di quelle storiche del Talent Scout. Speriamo in una bella, tranquilla e tiepida ottobrata romana!"

Come sempre tante improvvisazioni saggiamente dirette da Nicoletta Costantino

NCPersonaggio noto nel mondo della musica degli anni 70 Nicoletta, musicista e ottima organizzatrice, si considera parte del gruppo dei ragazzi irresistibili di allora: Renzo Arbore, che era stato anche testimone di nozze, Gianni Boncompagni, Bracardi, Marenco, De Crescenzo e tutti i musicisti jazz delle band in cui la stessa Nico suonava, voce, chitarra e banjo con amore! Famosa perfino al Piper dov'è era cantante e chitarra solista delle Pupille, primo gruppo rock femminile emerso In quegli anni. Divenuta poi promoter della RCA International si occupava della Promotion dei grandi artisti RCA dell'epoca, dai Jackson Five a Dalida, da Astrud Gilberto a Chico Buarque de Hollanda, con cui aveva stretto rapporti di amicizia.  Queste esperienze alimentarono sua grande passione che, nel tempo, dura ancora oggi: quella di aiutare nuovi talenti ad emergere. Anche dopo la chiusura del suo locale, il Talent Scout, lo Show sopravvive al tempo e all'inflazione fatta dai nuovi format televisivi, che con gare di rivalità e continui piagnistei hanno tolto ai giovani il senso della gioia collettiva e talentuosa nel Fare Buona Musica. Il Nice Talent Show 2020 infatti è oggi una kermesse senza gara, anche se in platea ci sono alcuni addetti ai lavori che potrebbero fare la fortuna di chi si esibisce. Ogni cantante è quasi sempre accompagnato dalla band di palco, oltrechè da altri partecipanti, con un grande senso di amicizia che sfocia nelle coralità e nelle coreografie di fondo dello spettacolo nato per loro.

Nice TalentLa location, il Nice di Saxa Rubra, è stata cambiata per le avversità climatiche e trasferita in una grande sala concerti, il Mamo Center, in zona via Salaria, con un bellissimo parco tecnologicamente attrezzato ed una sala che permette i distanziamenti a norma covid.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Codice di verifica *