Al Ma “Vuoi ballare con me?” con i Boogie Googles

Al Ma – Musica Arte, venerdì 14 febbraio 2014, h. 22 , divertimento o niente con il funk e r’n’b dei Boogie Googles, e i dj set di Massimo Napoli, Marco Zappalà, Fabio Cocuzza, Antonio Oliva, Giuseppe Bazzano, Santi Cantarella, Antonio Vetrano e JJ Salafia
Ingresso: free fino alle 23.30 solo su prenotazione, oltre le 23.30


CATANIA - Venerdì 14 febbraio, dalle 22, la serata del venerdì al Ma Musica Arte, ovvero Fun Or Nothing, attraverso la consolidata formula che vede insieme live music (sul palco), dj set, performance e altro, invita al ballo attraverso il live dei Boogie Googles, un concerto di matrice r&b e funky, difficile non battere il piedino.
Dj Set. Nel foyer si alterneranno il guest dj Massimo Napoli e i resident Marco Zappalà e Fabio Cocuzza; in zona caffetteria si alterneranno i guest dj’s Antonio Vetrano e JJ Salafia con i resident dj’s Antonio Oliva e Giuseppe Bazzano; in birreria le selezioni sono di Santi Cantarella.
Boogie Googles. Line up: Massimo Suma voce; Valeriano Adorno chitarra; Santi Romano basso; Alfio Liberto batteria; Salvo Tempio sax tenore; Ivan Cammarata tromba. La band è nata lo scorso anno per l’Augusta Blues Fest. I musicisti provengono da esperienze eterogenee il che rende il sound della band unico. Il programma spazia dai grandi classici del blues e del Rithm&Blues a brani selezionati da un repertorio non convenzionale.
Massimo Suma, augustano, classe 1966, collabora come cantante per numerosi progetti, che spaziano dal folk al rock. Ha fatto parte dei Media, con cui nel 1999 partecipa ad Arezzo Wave, arrivando alle fasi finali del concorso. Nel 2011 entra a far parte degli Oltre il silenzio, band folk’n’roll. Nel novembre del 2013 inizia la sua collaborazione col sassofonista Salvo Tempio e con gli altri membri dei Boogie Googles. Salvo Tempio, diplomato al conservatorio Cilea di Reggio Calabria in musica jazz, ha svolto l'attività come concertista solista o in combo jazz. Con l'organista Giuseppe Di Mare, ha effettuato tournée in Europa e in America. Ha suonato con l'Orchestra Jazz del Mediterraneo, e con musicisti del calibro di Bob Mintzer, Maria Schneider ed Enrico Intra, Maurizio Giammarco, Pietro Tonolo e Flavio Boltro. Ivan Cammarata, augustano, 33 anni, diplomato in tromba all’Istituto Bellini di Catania, ha iniziato la carriera nel 1996 come trombettista nella Street Walker Band, una Dixieland street band. Ha collaborato con Roy Paci e la Banda Jonica e con Stefano Maltese, con il quale ha preso parte a numerosi festival jazz. Con i Kebana ha suonato in alcuni dei più importanti festival nazionali. Ha suonato nelle band di Mario Venuti, Eugenio Finardi ed Amii Stewart. Valeriano Adorno, chitarrista di estrazione blues and latin, ha avuto la possibilità di suonare con musicisti del calibro di Paolo Fresu, Pietro Ciancaglini e Lino Patruno. Tra le collaborazioni da ricordare quella con Anne Ducros. Santi Romano dal 2007 al 2013 è stato il bassista del gruppo Qbeta. In campo jazzistico ha lavorato con Andy Gravish, Anne Ducros, Stefano Micarelli. Alfio Liberto, batterista jazz, vanta collaborazioni con Ivan Cammarata, Tony Cattano, Gabriella Grasso. Ha partecipato a numerosi sessioni in studio, da ricordare quella con Stefano Maltese, e fa parte dei Pinguini in Frack, gruppo che si occupa del jazz made in Italy.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Codice di verifica *