“Adriano” torna e si fa in quattro

A distanza di un anno dal successo di “Rock Economy”, Celentano annuncia una raccolta discografica in uscita il 19 Novembre. È subito attesa.

L’inossidabile Molleggiato della canzone italiano non smette di stupire. Tra ammiratori e detrattori, con più di centocinquanta mila dischi venduti e decenni di carriera alle spalle, “Il ragazzo della via Gluck” continua e mietere successi.

L’ultima trovata del clan: una raccolta di quattro cd dal titolo “Adriano” corredata da un libretto di sessantotto pagine, in uscita oggi, a conferma della volontà di continuare a sorprendere. Sessantacinque canzoni, scelte meticolosamente per tracciare una carriera irripetibile, che tocca momenti epocali coincisi con le sue storiche apparizioni televisive. Tra gli altri, anche tre inediti, “Io non ricordo (da quel giorno tu)” – scritta da Giuliano Sangiorgi dei Negramaro – “Mai nella vita” – musica di Riccardo Cocciante –  e “Ti fai del male” – scritta da lui stesso. Una voce fuori dal coro, controcorrente e mai banale, con una schiera di imitatori che ne riproducono fattezze e movimenti, senza mai intaccarne l’originalità. Personaggio a tutto tondo, Celentano è riuscito a unire diverse generazioni, distanti per gusti ed età, mettendo d’accordo i palati musicali più esigenti e quelli più commerciali. Nel suo lungo trascorso artistico, ha sempre giocato con i colpi a effetto, cavalcando l’onda dell’attualità e del rinnovamento. Dalle collaborazioni storiche con Mogol e Gianni Bella sino a quelle con Lorenzo Jovanotti, Battiato e Sangiorni, un unico filo conduttore: la forte personalità dell’interprete. All’interno del cofanetto, una chicca contenuta nel libretto illustrativo; una lettera dell’amica Alda Merini, nella quale si afferma: “Adriano è come una Venere maschio che salta fuori dai cocci di una terra che sta andando a rotoli, di una terra che si vuole vendicare”. Ecologia, lotta alle scellerate e selvagge opere architettoniche a discapito della natura, impeti contro l’attività venatoria, discriminazione sessuale, guerre e politica, sono  alcune delle tematiche affrontate sia nei testi che negli show televisivi. Il risultato? Una voce che nonostante il passare del tempo ha sempre un forte peso, tanto da suscitare, nel bene o nel male, un dibattito tra i mass-media. Nell’attesa del dietro le quinte di “Rock Economy” – lo spettacolo campione d’incassi del 2012 nell’Arena di Verona –  in onda a Dicembre sulle reti Mediaset, il suo pubblico può consolarsi con uno special box che mette d’accordo tutti, dal fan storico a quello dell’ultima ora. Bentornato Adriano!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Codice di verifica *