Ad Ariccia ancora premi per “L’idea malvagia” di Campanella

Si è conclusa nella splendida cornice di Palazzo Chigi ad Ariccia la terza edizione della manifestazione cinematografica “Castelli Romani Film Festival”, promossa dalla fondazione Punto e Virgola, con l’organizzazione del patron Marco Di Stefano.

Campanella e Nadia Bengala

Quattro i comuni coinvolti: oltre ad Ariccia, anche Frascati, Grottaferrata e Lanuvio, dove si sono succedute le varie proiezioni di corti e lungometraggi in concorso. Madrina della serata finale, l’attrice e produttrice Maria Grazia Cucinotta, letteralmente bersagliata dai flash e dalle telecamere presenti all’evento.

Sul palco la bella e brava presentatrice Emanuela Tittocchia, insieme al direttore artistico Antonio Flamini, ha consegnato i numerosi premi della rassegna, alla presenza dei Sindaci coinvolti e dal Presidente della Giuria Marcello Foti, direttore del Centro Sperimentale di Cinematografia.

Molti gli artisti intervenuti, tra premiati e giurati: da Sebastiano Somma ad Elena Russo, da Elena Bonelli ad Angelo Longoni, da Gianni Franco a Francesca Rettondini, e poi Massimo Spano, Gaia De Laurentiis, Eleonora Ivone, Antonella Ponziani, Alex Partexano, Daniela Giordano, Max Nardari, Gianni Mammolotti, Elisabetta Pellini e tanti altri. Premio alla carriera al noto cantautore Amedeo Minghi.

Da sottolineare che nell’occasione ha riscosso unanimi consensi da parte dei presenti il cortometraggio “L’idea malvagia”, prodotto da Angelo Bassi e diretto da Pierfrancesco Campanella, non a caso giudicato il migliore nella sua categoria dalla speciale giuria del pubblico. Per il medesimo, applauditissimo, lavoro è stata premiata anche la bellissima Nadia Bengala, quale più apprezzata interprete femminile. Elisabetta Pellini, l’altra protagonista dell’opera di Campanella, è stata invece premiata per il film “Stato di ebbrezza”. Lo stesso Pierfrancesco ha appena ricevuto anche il prestigioso riconoscimento di miglior regista, sempre per “L’idea malvagia”, nell’ambito del recentissimo “Terra di Siena International Film Festival”. In definitiva, più che malvagia, un’idea… vincente!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Codice di verifica *