A Natale Mario Venuti incontra il jazz al MA di Catania

Natale in chiave swing con “Mario meets jazz”, progetto in cui il cantautore è affiancato dagli Urban Fabula Trio di Seby Burgio, Peppe Tringali e Alberto Fidone.

Sarà un Natale swing quello del Ma Musica Arte, il club di via Vela a Catania, che saluta la Festa delle feste con un’anteprima d’eccezione, “Mario meets jazz”, il concerto che vede insieme per la prima volta in concerto Mario Venuti con gli Urban Fabula Trio ovvero Seby Burgio al pianoforte, Peppe Tringali alla batteria e Alberto Fidone al contrabasso. Il concerto del Ma arriva dopo la prima volta in assoluto del nuovo progetto, lo scorso 7 dicembre, sul palco di “Insieme”, il programma di Antenna Sicilia che ne ha sancito il varo. In questo nuovo progetto Venuti esegue classici italiani ed internazionali e canzoni del suo repertorio rivisitate in chiave jazz.

“Mario meets jazz” arriva a poco più di un anno da “Il tramonto dell’Occidente”, in attesa che il processo creativo porti al disco successivo che dovrebbe arrivare il prossimo anno. Venuti conosceva già Burgio, poi il produttore e ingegnere del suono Riccardo Samperi gli parlò degli Urban Fabula con i quali aveva registrato un disco. Poi da uno scambio di vedute con Fidone scaturì a Venuti l’idea di una collaborazione. L’occasione del concerto natalizio al Ma Musica Arte diventò il momento giusto, arrivato secondo solo all’esibizione televisiva di “Insieme” dove hanno eseguito in successione “Drive my car” dei Beatles, “Crudele” e “Veramente” di Venuti e “Every Time We Say Goodbye” di Cole Porter.

Oltre “Crudele” e “Veramente” durante il concerto del Ma torneranno “Rosa purpurina” e i brani di Venuti della fase brasiliana  (culminata nella grande hit “Fortuna”), e poi le grandi cover di Antonio Carlos Jobim e Vinicius de Moraes. Tra le grandi cover del jazz Venuti renderà omaggio a Cole Porter con classici immortali come “Night and day” e “Every Time We Say Goodbye”, e poi spazierà con brani soul come “Gimme some loving”, classici italiani degli Anni 60 come “Arrivederci”, “Il nostro concerto”. Durante il concerto ci sarà spazio per gli Urban Fabula per eseguire alcuni loro brani.

Urban Fabula Trio è il progetto nato dall’incontro del pianista siracusano Seby Burgio, del batterista gelese Peppe Tringali e del contrabbassista sciclitano Alberto Fidone. E “Urban Fabula Trio” si intitola il loro primo lavoro discografico, pubblicato da Abeat Records, con composizioni originali per lo più composte a “sei mani”. Trio inteso come sintesi e non come somma di tre individualità. Spiccano l’esuberante pianismo, ricco d’inventiva, del 26enne Burgio e la solidità di una ritmica fluida e mai scontata, quella di Fidone e tringali, consolidata da quasi dieci anni di collaborazioni. Oltre a costituire la sezione ritmica dell’Orchestra Jazz del Mediterraneo, il trio vanta numerose collaborazioni come quelle con Fabrizio Bosso, Javier Girotto, Rosario Giuliani, Steve Grossman, Michael Rosen, Gegè Telesforo, Barbara Casini, Giovanni e Matteo Cutello.

Fun Or Nothing. Subito dopo spazio alla musica da ballare nelle diverse zone del locale: nell’Opera Room si alterneranno i dj’s Mariagrazia Vinciguerra, Fabio Cocuzza e Marco Zappalà. Ci sarà la consueta performance di percussioni di  Marco Selvaggio, vocal di Dona Ursula e video mapping di Vjkar; nella Wine Room si alterneranno i dj’s Fabrizio Serio e Antonio Oliva.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Codice di verifica *